Diabete, pancreas artificiale adatto anche ai più giovani

Studio dimostra la sicurezza del dispositivo in età pediatrica

Diabete_13944C.jpg
Keywords | diabete, pancreas, glicemia,

L'adozione del pancreas artificiale è auspicabile anche per i più giovani. A sostenerlo è uno studio pubblicato su Diabetes Care da un team dell'Università di Padova guidato dalla prof.ssa Daniela Bruttomesso.
Il trial dimostra la sicurezza e l'efficacia dell'algoritmo Mmpc (modular model predictive control) per il controllo del pancreas artificiale nei bambini. I pancreas artificiali sono costituiti da un microinfusore per la somministrazione sottocutanea continua di insulina, da un sensore per il monitoraggio dei valori glicemici e da un algoritmo di controllo che gestisce il tutto.
L'analisi dei ricercatori italiani - parte del progetto PEDarAN (Pediatric artificial pancreas) - ha analizzato l'efficacia dell'algoritmo Mmpc su bambini affetti da diabete di tipo 1 con un'età compresa fra 5 e 9 anni.
Il campione, costituito da 30 bambini, mostrava un diabete di tipo 1 con HbA1c di partenza pari a 7,3 per cento (57mmol/mol). I ricercatori hanno messo a confronto un trattamento di 3 giorni con un pancreas artificiale (Ap) con 3 giorni di terapie gestite in modalità Sap (Sensor-augmented-pump), sistema in cui il microinfusore, oltre a infondere insulina, funge da ricevitore per le glicemie lette dal sensore e trasmesse al microinfusore con decisioni operative gestite dai genitori.
«Nelle 24 ore, il pancreas artificiale ha permesso di ridurre a un terzo il periodo in ipoglicemia con una lieve, ma non significativa, riduzione del tempo con glicemia a target e con incremento della media glicemica, pari, rispettivamente, a 169 mg/dl contro 147 mg/dl», scrivono gli autori. «Da questo trial, il primo effettuato con un pancreas artificiale ambulatoriale mono-ormonale in una popolazione pediatrica di questa età, emergono la sicurezza e l'efficacia dell'algoritmo Mmpc nei bambini, che tuttavia necessita di un'ulteriore messa a punto migliorativa in futuro».
Anche uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine sottolinea la possibilità di utilizzare il dispositivo sulla popolazione pediatrica.
Francesco Chiarelli, presidente della Società europea di endocrinologia pediatrica (Espe), spiega: «In Italia la diffusione di questo sistema potrebbe rappresentare una svolta terapeutica e un netto miglioramento della qualità di vita per i 12mila piccoli pazienti affetti da diabete di tipo 1».
«Il trial» - precisa il presidente Espe - «ha preso in esame 56 pazienti (25 femmine) di età compresa tra 10 e 18 anni con una storia di malattia di almeno 1 anno, in diversi campi per diabetici per verificare la possibilità di utilizzare un dispositivo tecnologicamente raffinato anche in contesto extraospedaliero e nel ‘real-life’».
In maniera randomizzata, i ricercatori hanno somministrato la terapia con microinfusore tradizionale o quella con il pancreas artificiale. Quest'ultimo ha fatto segnare un decremento rilevante degli episodi di ipoglicemia, con livelli inferiori a 63 mg per decilitro e del periodo in cui il livello di glicemia raggiungeva valori inferiori a 60 mg/dl.
«Il 75% dei casi di convulsioni notturne sono legate a episodi di ipoglicemia ai quali è attribuito il 6% dei decessi tra i diabetici al di sotto dei 40 anni», spiega Chiarelli. «Le dosi totali di insulina durante la notte sono state maggiori per rispondere all’iperglicemia. Il pancreas artificiale non ha permesso che la glicemia salisse oltre i 180 mg/dl contro i 28 minuti in cui si è verificata nel gruppo di controllo. Allo stesso modo la notte in cui era attivo il pancreas artificiale la glicemia è stata alta solo per 146 minuti nel gruppo con sensore contro i 233 minuti nel gruppo controllo».
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
19/07/2016



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

In vacanza con i bambini nei paesi esotici  347956
Consigli, profilassi, terapie e vaccini per prevenire le malattie infettive

Gonartrosi, cos'è e come si cura  101251
Informazioni sulla più comune malattia degenerativa da usura del ginocchio

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  93491
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

La morte improvvisa fra i bambini si può prevenire  69710
Lo screening in età pediatrica può salvare delle vite

Come superare la depressione post separazione  68684
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Amori malati, riconoscerli per superarli  65311
Come vivere un rapporto sano

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicit su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante