Tumore del colon, efficace la chemio dimezzata

Per alcuni pazienti bastano 3 mesi di terapia

Varie_13748C.jpg
Keywords | colon, tumore, terapia,

Ridurre da 6 a 3 mesi la chemioterapia per una categoria di pazienti colpiti da tumore al colon. È quanto suggerito da uno studio indipendente presentato nel corso del congresso della Società europea di Oncologia medica a Madrid.
Lo studio Idea ha preso in esame 12mila malati operati per l’asportazione di un tumore del colon. Di prassi, dopo la chirurgia questi soggetti vanno sottoposti a chemioterapia per 6 mesi al fine di evitare recidive. Secondo i ricercatori che hanno firmato lo studio, almeno per una parte dei pazienti analizzati sarebbero bastati 3 mesi.
«Se si usa pesantemente la statistica per decidere, come hanno suggerito in questi mesi molti commentatori - spiega Roberto Labianca, direttore del Cancer Centre dell'ospedale papa Giovanni XXIII di Bergamo - dobbiamo continuare a fare i sei mesi».
Le cose però cambiano se si prende in esame il profilo di rischio di ogni paziente. Quelli che dopo l’intervento mostrano un profilo di rischio di recidiva basso, ricavano da un trattamento chemioterapico di 3 mesi gli stessi benefici indotti da quello tradizionale di 6 mesi. Risparmiare 3 mesi di pesanti terapie a una persona in lotta contro il cancro sarebbe davvero fondamentale.
«Ovviamento a questo punto, se misuriamo con parametri precisi e condivisi dalla comunità scientifica che il rischio è relativamente basso, facciamo tre mesi. Con grande sollievo del paziente», sottolinea Labianca.
Chi mostra invece un profilo di rischio più elevato continuerà a sottoporsi a 6 mesi di chemio.
«Quello che dovremo fare - spiega Labianca - è discutere coi malati il da farsi. Dovremo spiegare che tipo di rischio hanno e prospettargli le due soluzioni. Così ci saranno quelli che, a fronte di un rischio relativamente basso, chiederanno un trattamento più corto e quelli che, invece, vorranno andare col cannone e chiederanno sei mesi».


Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
11/09/2017



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  28516
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

In vacanza con i bambini nei paesi esotici  21826
Consigli, profilassi, terapie e vaccini per prevenire le malattie infettive

Alzheimer, ecco cosa succede alla proteina Tau  20792
Scoperta fondamentale per la messa a punto di nuovi farmaci

Nuovo farmaco per la sclerosi laterale amiotrofica  20583
Approvato e disponibile in Italia Radicut

Ocrelizumab, nuovo farmaco per la sclerosi multipla  19796
L'efficacia di Ocrelizumab e del suo meccanismo d'azione

Obesità, diabete e cancro al seno: la firma genetica è una  19774
Ricercatori italiani svelano il nesso comune alle tre malattie

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante