Infarto, un marchio nel sangue

Individuato nuovo marcatore genetico da ricercatori italiani

Varie_12922C.jpg
Keywords | infarto, sangue, marcatore,

Un team di ricerca dell’Università di Tor Vergata, a Roma, ha scoperto un nuovo marcatore genetico dell’infarto. Lo studio, pubblicato su Plos One, segnala la presenza nel sangue di chi rischia un infarto di una sorta di “marchio”.
«Non è il primo biomarcatore dell'infarto finora identificato ma è il più importante. Consente, infatti, di individuare in un gruppo di soggetti a rischio quelli a rischio più elevato e che necessitano, pertanto, di interventi terapeutici e preventivi immediati», spiega Giuseppe Novelli, rettore dell'Università di Tor Vergata e tra gli autori principali del lavoro di ricerca.
Allo studio hanno partecipato pazienti con malattia coronarica stabile e pazienti con malattia coronarica instabile, cioè senza e con infarto, allo scopo di individuare le varianti molecolari da usare come biomarcatori.
Gli scienziati si sono serviti in particolare dei microRna, molecole che agiscono da interruttori e controllano processi biologici come la proliferazione cellulare, il metabolismo dei grassi, lo sviluppo di tumori.
L’analisi molecolare ha permesso di identificare il comportamento anomalo di miR-423, molecola che nei pazienti con malattia coronarica dopo l’infarto presentava livelli molto bassi rispetto a chi aveva una malattia coronarica stabile.
«Già oggi - spiega Novelli - vengono utilizzati algoritmi in grado di identificare le persone a rischio di infarto, basati su dati genetici, clinici e comportamentali. Il nuovo marcatore individua un sottogruppo di soggetti ancora più a rischio e può tradursi, nel giro di poco tempo, in un test clinico predittivo da effettuare come screening durante le visite cardiologiche o come test di laboratorio da effettuare nei soggetti che arrivano al pronto soccorso con sospetto di infarto».
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
15/05/2019



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  68551
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Sciroppo e sprite, la nuova droga si chiama Purple Drank  39390
Noto anche come Sizzurp, il miscuglio assicura lo sballo a prezzi modici

Ogni malattia ha il suo odore  38067
Alito, sudore e urine indicano la presenza o meno di patologie

Psicologia dell’uomo che non vuole impegnarsi  37611
Narcisismo e incapacità di amare

Come superare la depressione post separazione  37208
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Mieloma multiplo, disponibile ixazomib  36698
Primo e unico inibitore orale del proteasoma

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.