Angina pectoris e infarto del miocardio

Keywords | soccorso, urgenza, angina, infarto,

Angina pectoris e infarto del miocardio

Quando il muscolo cardiaco è sottoposto a uno sforzo intenso a causa di uno stress fisico o emozionale, le arterie coronarie sane si dilatano per fornire al miocardio una quantità superiore di sangue ossigenato. Se questi vasi sono ristretti come conseguenza di una malattia coronarica, il rifornimento di sangue ossigenato diventa insufficiente. In alcuni individui, in seguito alla riduzione di ossigeno al tessuto miocardico, si sviluppa un dolore molto forte. Questo dolore è noto come angina pectoris.
Se in conseguenza di questa insufficiente ossigenazione le cellule miocardiche muoiono, allora si ha l’infarto del miocardio.
I sintomi comuni di questa insufficienza coronarica acuta sono:

- dolore toracico costrittivo;

- pallore;

- nausea;

- ansia;

- agitazione;

- sensazione di morte imminente.

Come differenziare un’angina da un infarto del miocardio


Non è facile differenziare l’angina pectoris dall'infarto del miocardio. Di seguito forniamo alcuni indizi che possono essere d’aiuto nella differenziazione.

• Angina pectoris:
- il dolore si verifica in seguito a uno sforzo o a uno stress;

- il dolore viene alleviato dal riposo;

- il dolore viene generalmente attenuato dalla nitroglicerina (se nel giro di 10 minuti o dopo tre assunzioni il dolore non diminuisce, ipotizzate un infarto del miocardio);

- il dolore dura generalmente da tre a cinque minuti;
- generalmente l’angina pectoris non è associata ad aritmie;

- di norma la pressione sanguigna non viene influenzata;

- può essere presente una diaforesi (sudorazione fredda) di breve durata.

• Infarto del miocardio:
- il dolore viene spesso collegato allo stress e allo sforzo ma può verificarsi anche quando il paziente è a riposo;

- il riposo in genere non allevia il dolore;

- la nitroglicerina può, a volte, alleviare il dolore;

- il dolore dura da 30 minuti a molte ore;

- spesso vi sono delle aritmie associate;

- la pressione sanguigna è spesso ridotta, sebbene molti pazienti presentino una pressione sanguigna normale;

- generalmente è presente diaforesi.

• Attenzione: considerate tutti i casi sospetti di angina e infarto del miocardio come se si trattasse sempre di infarto del miocardio.

- chiamate l’ambulanza, precisando che si tratta di un possibile infarto cardiaco;

- sistemate in posizione semi-seduta l’infortunato, facendolo muovere il meno possibile, e copritelo se ha freddo;

- slacciategli gli indumenti aderenti, tranquillizzatelo e invitatelo a compiere lenti e profondi atti respiratori;

- non dategli nulla da bere;

- se il paziente sa di soffrire di angina pectoris ed è in possesso delle compresse di nitroglicerina, aiutatelo ad assumerle. Il paziente non deve assumere la nitroglicerina se la pressione sistolica è inferiore a 90 mmHg;

- se il soggetto ha la sensazione che il suo cuore si sia fermato ed è ancora cosciente, invitatelo a tossire subito con forza una volta al secondo, inspirando profondamente ogni due colpi di tosse. Questa è una manovra che può essere utile a mantenerlo cosciente fino all'arrivo del soccorso ed è da tenere presente da parte di tutte le persone che vengono colpite da arresto cardiaco in assenza di soccorritori;

- se ha perso i sensi, mettetelo nella posizione laterale di sicurezza (vedi);

- se non respira, praticategli la respirazione artificiale (vedi);

- se non è percepibile il polso carotideo, iniziate il massaggio cardiaco (vedi).

Domanda al medico specialista gratis

Redazione
31/01/2012



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  162097
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Arriva il lifting del sopracciglio  127999
Ultima novità in fatto di tecniche mininvasive di chirurgia estetica

Contagi in calo, ma le terapie intensive salgono  119048
Segnali di ripresa nella circolazione del virus

I consigli per combattere il caldo  106314
Superare l'afa grazie ai suggerimenti del ministero

Un test per evitare la gastroscopia  95385
Diagnosi con un test ematologico in caso di dispepsia funzionale

Il laser che ferma la maculopatia senile  75012
Ha dimostrato di rallentare la progressione della malattia

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.