Valutazione gravità

Keywords | soccorso, valutazione,

Valutazione gravità

• Valutate la presenza di problemi che possono minacciare la vita del paziente seguendo l’ordine delle priorità d’intervento:

• determinate il livello di coscienza:
scuotete leggermente il paziente prendendolo per le spalle e chiedetegli se si sente bene; se il paziente è cosciente significa che il respiro e la circolazione sono validi;

• assicurate la pervietà delle vie respiratorie:
- liberate il cavo orale da possibili ostruzioni;
- se non sospettate la presenza di lesioni alla colonna vertebrale, mettetevi a fianco del paziente ed effettuate la manovra di iperestensione del capo e di sollevamento del mento;

- se invece sospettate possibili lesioni alla colonna vertebrale, dovrete effettuare la manovra di protrusione della mandibola. Considerate tutti i pazienti traumatizzati come se avessero lesioni spinali;

• controllate la respirazione:
accostate la vostra guancia alla faccia del paziente e:
- guardate se il torace effettua dei movimenti di respirazione;
- ascoltate eventuali rumori prodotti dall’aria che fuoriesce dal naso o dalla bocca;
- sentite sulla vostra guancia l’alito espirato dal paziente;
- attendete almeno 10 secondi prima di considerare il paziente in arresto respiratorio;
- se, passato questo periodo, il paziente non respira ancora, dovrete attuare le procedure di rianimazione polmonare;

- se invece è presente una valida respirazione proseguite con la valutazione;

• controllate la circolazione sanguigna:
- se il paziente è in arresto respiratorio, dopo pochi minuti presenterà anche un arresto cardiaco;
- rilevate la presenza di attività cardiaca palpando il polso carotideo per non meno di 5 secondi e non più di 10 secondi. In caso di ipotermia si raccomanda un’attesa più lunga;
- dovrete effettuare la rianimazione cardiopolmonare;

- se il polso è presente, ma non la respirazione, continuate con la rianimazione polmonare e controllate periodicamente il polso carotideo;
- se il paziente respira ed è presente anche il polso carotideo proseguite nella valutazione;
• verificate la presenza di una emorragia profusa: controllate che non vi siano delle emorragie profuse da dove il sangue fuoriesce zampillando o in quantità rilevante; in tal caso dovrete tamponare l’emorragia;
• valutate possibili fratture alla colonna vertebrale: se sospettate la frattura alla colonna vertebrale, se l’infortunato presenta riduzione della sensibilità o della forza agli arti o a uno di essi, non muovetelo per nessun motivo e mantenete allineati torace, collo e capo;
• se il paziente è incosciente: se sono presenti respiro e circolazione e se non sospettate possibili lesioni alla colonna vertebrale, ponetelo in posizione laterale di sicurezza.

Che cosa non fare:

- non piegate bruscamente la testa o il collo;
- non utilizzate il pollice per palpare il polso carotideo; questo dito ha una propria pulsazione;
- non ricercate il polso carotideo su entrambi i lati del collo allo stesso tempo; potrebbe interrompersi l’afflusso di sangue al cervello;
- non fategli bere alcolici;
- non date nulla da bere o da mangiare a un paziente non perfettamente cosciente;
- non lasciatelo mai solo se è incosciente.

Domanda al medico specialista gratis

Redazione
26/11/2011



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  162101
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Arriva il lifting del sopracciglio  127999
Ultima novità in fatto di tecniche mininvasive di chirurgia estetica

Contagi in calo, ma le terapie intensive salgono  119053
Segnali di ripresa nella circolazione del virus

I consigli per combattere il caldo  106314
Superare l'afa grazie ai suggerimenti del ministero

Un test per evitare la gastroscopia  95385
Diagnosi con un test ematologico in caso di dispepsia funzionale

Il laser che ferma la maculopatia senile  75013
Ha dimostrato di rallentare la progressione della malattia

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.