Yogasm, l'orgasmo che viene dallo yoga

Il rapporto sempre più stretto fra meditazione e sessualità

Varie_10879C.jpg
Keywords | sesso, yoga, orgasmo,

Lo yoga predispone all'orgasmo? È la domanda che si sono posti alcuni ricercatori della Brown University del Rhode Island, che hanno analizzato lo stretto rapporto fra sesso e meditazione, evidenziando il ruolo svolto dalla disciplina orientale nell'accrescimento del desiderio e anche nella percezione del piacere, in particolare quello femminile.
I ricercatori americani hanno studiato il comportamento di 44 studenti, 14 uomini e 30 donne, divisi in due gruppi, il primo dei quali ha seguito un corso di meditazione per 3 mesi. Al termine di questo periodo, gli scienziati hanno posto i volontari di fronte a una serie di immagini di natura sessuale, valutandone le reazioni. È emerso che le donne che avevano partecipato al corso mostravano un grado di eccitabilità molto maggiore rispetto agli altri e che il loro livello di ansia si era ridotto notevolmente.
Una delle autrici dello studio, Gina Silverstein, ha commentato: “la cosa interessante è che le donne che avevano impiegato più tempo per eccitarsi erano anche quelle che trovavano più difficile autogiudicarsi. Piuttosto che ascoltare le emozioni, restavano intrappolate nella loro testa".
Quello esercitato dallo yoga sulla sessualità è quindi una sorta di piacevole effetto collaterale, dal momento che come ogni disciplina olistica influenza in maniera positiva il sistema nervoso e aumenta la capacità di rilassarsi, il che produce una ricaduta positivi in termini di attività sessuale.
È peraltro un secondo studio scientifico pubblicato sul Journal of Sexual Medicine a confermare gli effetti delle tecniche di meditazione sulla vita sessuale di chi decide di cimentarvisi. I ricercatori Brotto, Krychman e Jacobson scrivono infatti che grazie allo yoga si possono raggiungere orgasmi di qualità migliore e più prolungati per le donne, e che per gli uomini la pratica può rappresentare un valido aiuto in caso di eiaculazione precoce.
Ma se non si è particolarmente predisposti per le tecniche orientali, sappiate che basta un po' di semplice attività fisica per migliorare il vostro rapporto con la sessualità. A dirlo è ad esempio uno studio pubblicato su Trends in Ecology and Evolution dalle Università del Nuovo Galles del Sud, in Australia, e della California, secondo cui chi si dedica con regolarità al fitness tende a sviluppare una personalità dominante e riserva al sesso più passione di chi conduce una vita sedentaria. Uno dei ricercatori che ha partecipato allo studio, l'australiano Peter Biro, spiega così i risultati: “chi ha un metabolismo più elevato e fa più esercizio, ha anche dei comportamenti caratteristici, fra cui maggiori impulsi sessuali".
Quindi tutti di corsa, o almeno a fare yoga!
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
08/11/2018



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  95262
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Ogni malattia ha il suo odore  38388
Alito, sudore e urine indicano la presenza o meno di patologie

Parto prematuro, come ridurne di un terzo i casi  38299
Presentate le nuove indicazioni terapeutiche

Come superare la depressione post separazione  36432
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Dapoxetina contro l’eiaculazione precoce  35579
Il primo e unico farmaco orale contro una delle più comuni disfunzioni sessuali

Gonartrosi, cos'è e come si cura  35301
Informazioni sulla più comune malattia degenerativa da usura del ginocchio

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.