Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 113

Risultati da 11 a 20 DI 113

10/12/2015 11:26:00 Studiata per facilitare la vita dei pazienti amputati

Arriva i-Limb, la mano robot che si attiva con un'app
Basta scaricare un’app sul proprio smartphone per mettere in funzione i-Limb, nuova protesi robotica di ultima generazione, sviluppata dall’azienda inglese Touch Bionics.
I-Limb, messa a punto per i militari reduci dall’Afghanistan, è in grado infatti di attivarsi in wi-fi sfruttando la tecnologia mioelettrica.
Questo tipo di tecnica, utilizzata in bioingegneria, sfrutta le deboli correnti bioelettriche generate dall’attività muscolare che, opportunamente amplificate e integrate, ... (Continua)

26/11/2015 15:04:43 Ideato dai ricercatori del Sant'Anna di Pisa

Un braccialetto hi-tech contro il Parkinson
La ricerca offre nuovi strumenti per trattare la malattia di Parkinson. Un braccialetto, in realtà un sistema sensorizzato composto di braccialetto e anelli inerziali, già testato in alcuni ospedali, è in grado di misurare con precisione e accuratezza il movimento e la posizione della mano e delle dita, per valutare in maniera oggettiva la qualità delle prestazioni motorie in pazienti affetti dalla patologia neurodegenerativa.
Questo sistema è stato sviluppato presso l’Assistive robotics ... (Continua)

16/11/2015 14:33:00 La proposta è di alcuni ricercatori inglesi

La modalità letto negli smartphone per salvare il sonno
Se non è possibile evitare di portarsi a letto smartphone o tablet, che almeno sia possibile inserire la “modalità letto”. È la proposta di alcuni ricercatori inglesi dell'Evelina Children's Hospital di Londra, che hanno pubblicato uno studio su Frontiers in Public Health.
La ricerca coordinata da Paul Gringras suggerisce alle case produttrici di smartphone e tablet l'introduzione di una modalità intelligente che preveda la riduzione automatica della brillantezza dello schermo quando ci si ... (Continua)

16/11/2015 09:54:17 Resta attivo fino a 90 giorni per controllare la glicemia

Diabete, in arrivo il sensore “highlander”
Smart e mini, ma con una durata maxi. Sarà presentato all'inizio del 2016 il primo sensore per il monitoraggio continuo della glicemia completamente impiantabile. Grazie a un trasmettitore indossabile e ad una App per smartphone è in grado di dare risposte accurate e in tempo reale per 90 giorni consecutivi senza essere mai sostituito.
Due caratteristiche che promettono di dare un aiuto concreto a chi ha il diabete di tipo 1, 300mila persone in Italia, e vuole avere una vita attiva e ... (Continua)

28/10/2015 16:01:44 L'uso continuo del telefono porta a un'alterazione della postura

Il collo da smartphone
Troppo Whatsapp può cambiare anche la postura. Lo dice James Carter, un chiropratico del Niagara Park nella Nsw Central Coast australiana, che ha reso pubbliche alcune radiografie effettuate su bambini e ragazzi che si possono definire “nativi digitali”.
Fin da piccolissimi, cioè, questi pazienti hanno utilizzato gli smartphone per ore ogni giorno, tenendo una postura innaturale per buona parte del tempo. Nessuno tiene in mano lo smartphone con le braccia alzate all'altezza degli occhi, ... (Continua)

26/10/2015 16:29:11 Il disturbo potrebbe essere rilevato in base ai cambiamenti d'umore

Lo smartphone scopre il bipolarismo
Grazie allo smartphone potrebbero essere individuati i pazienti affetti da disturbo bipolare. Ne è convinto il ricercatore Venet Osmani del Center for Research and Telecommunication Experimentation for Networked Communities (CREATE-NET) di Trento.
Il bipolarismo si contraddistingue per la presenza di sbalzi d'umore continui che portano il soggetto a un'alternanza di stati di euforia e di grave depressione. Per identificare questi cambi di umore non esistono al momento biomarcatori ... (Continua)

06/10/2015 15:55:54 Il corpo può essere utilizzato come tramite per le comunicazioni

L'organismo come un nuovo Bluetooth
Come una sorta di Bluetooth biologico, il corpo potrà in futuro rappresentare il tramite con il quale invieremo e riceveremo informazioni. Lo sostiene una ricerca dell'Università della California di San Diego coordinata da Patrick Mercier e Jiwoong Park.
Secondo l'ipotesi degli scienziati californiani, l'organismo costituirebbe un'alternativa a basso consumo rispetto al Bluetooth per la comunicazione fra gadget indossabili come gli smartwatch o i braccialetti per il fitness tanto in voga in ... (Continua)

05/10/2015 12:17:09 Grazie al monitoraggio della saliva

Il paradenti che ti dice come stai
Si può conoscere la salute di qualcuno anche analizzandone la saliva. A questo scopo alcuni ricercatori dell'Università della California di San Diego hanno lavorato alla messa a punto di un paradenti dotato di sensori elettronici in grado di valutare le concentrazioni di particolari sostanze chimiche all'interno della saliva.
I ricercatori hanno già ideato due sensori, il primo in grado di misurare il lattato, la cui concentrazione in dosi troppo elevate suggerisce la presenza di ... (Continua)

18/09/2015 10:06:46 Sviluppato nuovo metodo di analisi rapido e a basso costo

Nanomacchine di Dna per test rapidi
Gli anticorpi sono spesso utilizzati come marker per la diagnosi di molte malattie infettive o auto-immuni quali l’artrite reumatoide e l’HIV. La misura di questi anticorpi richiede generalmente tecniche di analisi lente, complicate e costose.
Questo ritarda inevitabilmente la diagnosi ed è la causa di cure poco efficaci e di un aumento dei costi associati ad esse.
Un articolo pubblicato recentemente nella prestigiosa rivista “Angewandte Chemie”, frutto di una collaborazione ... (Continua)

17/09/2015 11:52:36 Baxter potrebbe aiutare i non vedenti a compiere alcune azioni

Un robot per i ciechi
Una versione 2.0 del cane per le persone cieche. È questo ciò che si prefigge un gruppo di ricercatori della Carnegie Mellon University che sta sviluppando robot assistenti in grado di aiutare chi non vede a muoversi nel mondo esterno senza difficoltà.
Bernardine Dias, docente presso il Robotics Institute dell'ateneo americano, spiega: “parte del nostro lavoro consiste nell’inventare il futuro. Noi immaginiamo i robot come parte della società nelle smart cities e vogliamo assicurarci che un ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale