Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2113

Risultati da 781 a 790 DI 2113

16/07/2013 La firma di risposta all'aspirina individua i candidati alla terapia

Un'aspirina per il cuore, ma non per tutti
Il trattamento a base di aspirina per i cardiopatici non è estendibile a tutti i pazienti. Ve ne sono molti, infatti, che non rispondono alla terapia. Per capire in maniera preventiva chi lo farà, può essere messa in campo l'Ars, ovvero la firma di risposta all'aspirina.
Si tratta di un gruppo di geni piastrino-specifici in grado di scoprire quei cardiopatici per i quali il farmaco non avrà effetto, esponendoli quindi al rischio di infarto e di morte. A interessarsi all'argomento è un team ... (Continua)

12/07/2013 15:17:19 Un nuovo tipo di ventilazione riduce il rischio di complicanze

Nuova tecnica per un'anestesia generale meno rischiosa
Cambia il modo di ventilare meccanicamente i pazienti in anestesia generale: la rivoluzione nelle sale operatorie partirà da Varese e avrà una rilevanza mondiale. Uno studio tutto varesino realizzato dal Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia dell’Università dell’Insubria, in collaborazione con il Dipartimento di Anestesiologia dell’Azienda Ospedaliera di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, ha puntato i riflettori su una nuova modalità di ventilazione meccanica nell’anestesia generale, ... (Continua)

12/07/2013 12:46:15 Nuovi dati evidenziano i benefici per i pazienti
Emofilia, è bene misurare il tasso annuo di sanguinamenti
I pazienti emofilici che nell’arco di un anno registrano un tasso di sanguinamenti (Annual Bleed Rate – ABR) pari a zero, mostrano benefici sia in termini di qualità della vita che di benessere. A dimostrarlo sono nuovi dati presentati nel corso del XXIV Congresso della Società Internazionale di Trombosi ed Emostasi (ISTH).
Il risultato arriva da una serie di studi condotti su pazienti emofilici adulti e su genitori di bambini con emofilia A grave, volti alla valutazione della qualità di ... (Continua)
12/07/2013 10:33:40 Terapia italiana salva sei bambini da due gravi malattie genetiche

Le staminali che guariscono
Mentre il dibattito sul metodo Stamina si accende e assume i contorni di una sfida fra tifoserie contrapposte, arriva la notizia di guarigioni reali e già avvenute grazie a una terapia sperimentata dai ricercatori Telethon e del San Raffaele di Milano.
Due gravi patologie genetiche, la sindrome di Wiskott-Aldrich e la leucodistrofia metacromatica, sono state sconfitte in 6 piccoli pazienti grazie a un trattamento che riassume le principali acquisizioni della ... (Continua)

12/07/2013 Omega 3 e omega 6 nel sangue del cordone ombelicale aumentano il rischio

Allergie infantili legate ai livelli dei grassi
Nei bambini le allergie potrebbero essere collegate ai livelli troppo alti di grassi omega 3 e omega 6 nel sangue del cordone ombelicale. A dirlo è una ricerca dell'Università di Chalmers, in Svezia, pubblicata su Plos One.
Stando ai dati, i bambini con una percentuale alta di acidi grassi poli-insaturi (Pufa) al momento della nascita mostrano più probabilità di sviluppare allergie respiratorie ed epidermiche nei primi 15 anni di vita.
I ricercatori hanno seguito circa 800 bambini nati ... (Continua)

10/07/2013 Procedura meno invasiva rispetto all'intervento tradizionale

Disostruzione delle coronarie dall'arteria radiale
Intervenire per disostruire le coronarie partendo dall'arteria radiale comporta una probabilità inferiore di complicanze emorragiche rispetto all'ingresso inguinale. È quanto dice uno studio pubblicato su Circulation dagli esperti dell'American Heart Association.
Dmitriy Feldman, cardiologo presso il Weill Cornell Medical College di New York e uno degli autori dello studio, spiega: “la procedura si chiama intervento coronarico percutaneo (Pci) oppure angioplastica coronarica e utilizza un ... (Continua)

10/07/2013 Ragazzo in arresto cardiaco si salva dopo il congelamento

L'ipotermia salva dall'infarto
Un ragazzo di 27 anni colpito da una crisi cardiaca è stato salvato grazie all'ipotermia. È successo all'Ospedale Maggiore di Bologna, dove i cardiologi hanno optato per un kit di raffreddamento “a placche” che consente un raffreddamento corporeo 15 volte più veloce delle tecniche tradizionali.
Grazie all'ipotermia, il cervello del paziente riceve meno sangue e tutto l'organismo richiede un dispendio energetico inferiore, riducendo così i possibili danni cerebrali provocati dall'arresto ... (Continua)

10/07/2013 Natura, fattori di rischio e possibili trattamenti

L’emofilia
L’emofilia è un disordine cronico della coagulazione. I pazienti che ne sono affetti non hanno un sufficiente livello di fattore della coagulazione, una proteina plasmatica naturale che controlla il sanguinamento.
Negli emofilici i normali sanguinamenti durano più a lungo nel tempo. Le forme più gravi di questa patologia colpiscono prevalentemente i maschi. Sebbene non esista una cura, i pazienti con emofilia possono essere trattati con una “terapia sostitutiva” che fornisce loro il fattore ... (Continua)

09/07/2013 Incremento dei casi di ictus durante la gestazione

Ictus, quando la gravidanza è un fattore di rischio
Quello che dovrebbe essere il momento più bello della vita di una donna, talvolta può, invece, trasformarsi in un evento tragico. Secondo alcuni studi, i cambiamenti corporei che avvengono nel periodo della gravidanza possono rendere la donna più predisposta all'ictus cerebrale.
In base ai dati pubblicati su Stroke, il giornale ufficiale dell'American Heart Association, l'incidenza del fenomeno è di "solo" 26 casi su 100.000, ma a preoccupare è il significativo incremento registrato negli ... (Continua)

05/07/2013 19:50:55 Dubbi sulla sicurezza degli incretino-mimetici
Terapia del diabete
Un’incretina è un ormone rilasciato in circolo dall’intestino in risposta all’assunzione di cibo. Questo tipo di ormoni contribuiscono a regolare le concentrazioni di zucchero (glucosio) nel sangue. Si ritiene generalmente che l’incretina più importante prodotta dall’intestino umano sia il GLP-1 (glucagon-like peptide-1). Un incretino-mimetico è un tipo di farmaco che mima l’azione dell’incretina naturale GLP-1. Un'inchiesta-denuncia pubblicata sul British Medical Journal sostiene che ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale