Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 537

Risultati da 181 a 190 DI 537

03/02/2014 16:12:56 Rischio alto anche senza ipercortisolismo
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con incidentalomi
I pazienti affetti da incidentalomi surrenalici mostrano un rischio cardiovascolare elevato anche in assenza di evidenti segni clinici di ipercortisolismo. Lo dice uno studio italiano pubblicato su The Lancet Diabetes & Endocrinology.
Grazie all'uso dell'imaging addominale è aumentata negli ultimi anni l'incidenza degli incidentalomi. Si tratta di neoformazioni che si sviluppano su uno o entrambi i surreni e non danno segni clinici. Vengono scoperti per caso, incidentalmente appunto, ma la ... (Continua)
28/01/2014 10:19:49 Analisi del primo e del secondo globulo polare

Un doppio screening genetico combatte l'orologio biologico
Portare indietro le lancette dell'orologio biologico di 10 anni è possibile quando si parla di ovociti. Abbinando lo screening genetico sul primo e sul secondo globulo polare, per le donne 40enni è possibile poter affrontare il desiderio di una maternità con una maggiore serenità.
Questa doppia analisi aumenta infatti le percentuali di successo, arrivando a sfiorare un tasso del 50 per cento, “quasi come se si avesse a che fare con ovociti di una trentenne”, osserva Michael Jemec, ... (Continua)

24/01/2014 15:27:51 Fondamentale lo studio dell'esoma
Schizofrenia, individuate nuove mutazioni genetiche
Sono state scoperte nuove alterazioni genetiche che predispongono all'insorgenza della schizofrenia. Il risultato è stato ottenuto da due studi pubblicati su Nature. Alla base della scoperta c'è la tecnica di sequenziamento mirato dell'esoma, quella parte del genoma umano che codifica le proteine.
Il primo studio è stato realizzato da Michael O'Donovan della Cardiff University, che ha portato a termine il più ampio sequenziamento di esoma mai realizzato prima di mutazioni non ereditarie ... (Continua)
22/01/2014 16:48:19 Milioni di neuroni gestiscono le attività intestinali
L'intestino è il nostro secondo cervello
Può sembrare assurda una affermazione del genere; ci viene spontaneo chiedere “ma il cervello non è unico ed è posto nella nostra scatola cranica?”.
La risposta è che esiste un secondo cervello e, guarda caso, è posto in un luogo inospitale e sporco, ma gestisce con il cervello cranico, in ugual maniera ed in correlazione, le funzioni del nostro corpo.
Siete stupiti? Anche io rimasi molto sorpreso e scettico quando appresi che la scienza lo aveva scoperto e dimostrato: è così!
Negli ... (Continua)
10/01/2014 16:22:05 La risposta allo stress è dentro di noi

La nocicettina sconfigge lo stress
Non servono farmaci né tecniche meditative per raggiungere un'invidiabile sensazione di serenità interiore, basta una molecola chiamata nocicettina. Nel cervello agisce infatti questa molecola la cui funzionalità è stata illustrata da uno studio dello Scripps Research Institute, in California, dal National Institutes of Health e dall'Università di Camerino, nelle Marche.
Secondo gli scienziati, che ne hanno pubblicato i dettagli sul Journal of Neuroscience, la scoperta permetterà di ... (Continua)

02/01/2014 13:15:14 Riportiamo la rettifica delle indiscrezioni di stampa sul metodo Stamina
Stamina, lettera di smentita del dott. Camillo Ricordi
In seguito alle indiscrezioni di stampa riguardo alle mail scambiate tra la Fondazione Stamina e il prof. Ricordi, pubblichiamo la sua smentita ufficiale.

“Ho letto l’articolo dell’Espresso n: 51 a firma di Letizia Gabaglio dal titolo 'Tutti i retroscena del test a Miami'.
Ho fatto avere all’Espresso e alla giornalista che mi ha intervistato la corrispondenza tra noi e Stamina, proprio per agire in piena trasparenza ed onestà, e perché non avevo tempo di scrivere informazioni ... (Continua)
20/12/2013 12:45:59 Il trattamento con antipertensivi migliora le prospettive di vita

Rischio di dialisi più basso bloccando l'angiotensina
Per ridurre le probabilità di dialisi in pazienti con ipertensione stabile e malattia renale cronica (Ckd) occorre far ricorso a un trattamento con antipertensivi che bloccano l'enzima di conversione dell'angiotensina, gli Ace-inibitori, oppure il recettore AT1 dell'angiotensina II, cioè i sartani.
A dirlo è uno studio di ricercatori dell'Ospedale Universitario Yang-Ming di Taiwan. Il dott. Ta-Wei Hsu spiega: “il blocco del sistema renina-angiotensina ha un effetto protettivo sulla ... (Continua)

18/12/2013 15:19:27 Sperimentazione dimostra il successo di un nuovo possibile approccio
Una proteina modificata contro la proteinuria
Per contrastare le malattie renali potrebbe servire la modificazione di una proteina, allo scopo di amplificarne le sue capacità innate. È il risultato di uno studio della University of Alabama pubblicato su Nature Medicine.
Il prof. Sumant Singh Chugh, docente di nefrologia presso l'ateneo americano e coautore dell'articolo, spiega: “quando sono sani, i reni filtrano il sangue, eliminando le scorie nelle urine e trattenendo le proteine per reimmetterle nel sangue”.
Alcune condizioni ... (Continua)
07/12/2013 11:06:29 Il rene policistico dell'adulto ora può essere curato
Una speranza per le cisti renali
Uno studio italiano ha individuato una possibile terapia per il rene policistico autosomico dominante, patologia genetica che danneggia i reni fino a cancellarne completamente la funzionalità.
Le cisti renali sembra possano essere curate da una sostanza chiamata ocreotide, un analogo della somatostatina, elemento che inibisce la sintesi di alcuni ormoni fra cui quello della crescita. L'ocreotide sembra in grado di rallentare l'aumento del volume renale e delle cisti, fattori che conducono ... (Continua)
02/12/2013 15:01:29 Il carattere genetico più importante di quanto si pensasse
La sindrome di Cushing, a volte il malato non sa di averla
La genetica è più importante di quanto ritenuto finora nell'insorgenza della sindrome di Cushing. Una serie di tre studi pubblicati sul New England Journal of Medicine da due team dell'Università di Montreal e dell'Università di Rouen ha studiato le varie sfaccettature della malattia, raccomandando alla fine l'adozione di screening specifici per le mutazioni genetiche che provocano la sindrome di Cushing.
La patologia, che colpisce le ghiandole surrenali ed è nota come sindrome surrenale ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale