Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 165

Risultati da 1 a 10 DI 165

08/06/2016 14:36:00 Ricerche giungono a conclusioni contrastanti

Mortalità e sovrappeso, un rapporto dubbio
È pensiero ormai comune che il sovrappeso aumenti le probabilità di una malattia cronica e quindi di una morte precoce. Uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team dell'Imperial College di Londra ha preso in esame circa 230 studi per un totale di oltre 30 milioni di cittadini e 3,74 milioni di decessi, scoprendo che il tasso di mortalità si alza in quei soggetti in sovrappeso dall'infanzia alla mezza età.
L'epidemiologa Dagfinn Aune commenta: «È noto che l'indice di massa ... (Continua)

25/05/2016 15:10:00 L'antipsicotico è associato a stimoli compulsivi e incontrollabili

Aripiprazolo può stimolare comportamenti compulsivi
L'aripiprazolo, un farmaco utilizzato per la cura della schizofrenia e di altri disturbi mentali, può associarsi a stimoli compulsivi o incontrollabili. Lo dice un avviso di sicurezza della Food and Drug Administration pubblicato sul proprio sito istituzionale.
Sebbene l'etichetta del medicinale faccia riferimento al possibile nesso con il gioco d'azzardo compulsivo, secondo gli esperti della Fda la descrizione non rispecchia in pieno la natura del rischio. Inoltre, non ci sono riferimenti ... (Continua)

10/05/2016 11:20:00 Maggiore attenzione ai particolari per chi legge su dispositivi elettronici

Leggere sul tablet modifica il pensiero
I contenuti editoriali - giornali e libri - vengono sempre più veicolati attraverso i tablet e gli smartphone. Questa tendenza porta a modifiche nell'interpretazione dei testi, sostiene una ricerca americana.
Secondo gli scienziati statunitensi, che hanno presentato lo studio nel corso della Conference on Human Factors in Computing Systems di San José, in California, i lettori che utilizzano i dispositivi elettronici sono più sensibili ai dettagli concreti di ciò che leggono e meno al ... (Continua)

19/04/2016 11:30:00 Ragazzo paralizzato riesce a muovere di nuovo la mano

NeuroLife fa muovere i tetraplegici
Il sogno di ogni paziente paralizzato sta per realizzarsi, è solo questione di tempo. Un team della Ohio State University ha sperimentato l'efficacia della tecnologia NeuroLife, un complesso approccio medico che bypassa il midollo spinale danneggiato consentendo ai soggetti di muovere le mani con il pensiero.
Il dispositivo è basato su un chip con 96 elettrodi grande 0,4 cm che viene inserito nel cervello. Grazie agli elettrodi, i comandi impartiti dal cervello vengono trasmessi via cavo a ... (Continua)

14/12/2015 16:17:00 Trapianto di isole pancreatiche e pancreas artificiale

Nuove speranze per il diabete di tipo 1
Jack Stuart è un ragazzo di 15 anni. Non è diverso dai suoi compagni, gli piace sciare e giocare a basket, ma c'è sempre un pensiero nella sua mente. “Qualsiasi altro ragazzo deve soltanto pensare a come organizzare la giornata, io invece devo pensare al diabete”, spiega Jack, a cui è stato diagnosticato il diabete di tipo 1 quando aveva 5 anni.
Jack si sottopone a controlli regolari dei livelli di glucosio nel sangue e ogni giorno fa delle iniezioni di insulina, e anche se compie le stesse ... (Continua)

14/12/2015 6 italiani su 10 ne soffrono

L'ansia da regalo
La gioia e la spensieratezza che contraddistinguono le festività natalizie sono messe a rischio dall’elemento che più di ogni altro caratterizza il giorno in cui tutti sono più buoni: il regalo di Natale.
La ricerca dei doni infatti è fonte di un senso di sfinimento e rassegnazione, un’autentica ansia da regalo che pervade il 61% degli italiani, che nasce al solo pensiero di dover affrontare code interminabili alle casse (87%), le corse dell’ultimo secondo (67%) e le infinite ricerche del ... (Continua)

13/11/2015 11:09:07 Nuove prospettive di cura per celiachia, diabete di tipo 2 e danno epatico

Scoperto il meccanismo che controlla i batteri
Un team di ricercatori italiani ha scoperto una nuova struttura anatomica studiando l'origine delle malattie del tratto gastro-intestinale. Lo studio, apparso su Science, è firmato da un gruppo di ricercatori dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e dell’Università Statale di Milano, guidati da Maria Rescigno - Direttore del Programma di Immunoterapia allo IEO e professore del Dipartimento di Oncologia e Emato-Oncologia (DIPO) alla Statale.
Gli italiani hanno identificato una ... (Continua)

17/09/2015 17:36:00 Collegate al cervello consentono di avvertire le sensazioni fisiche
Nuove protesi con il senso del tatto
Il settore delle protesi sta facendo grandi progressi ultimamente. DARPA - l'agenzia governativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare - ha presentato una protesi di mano che trasmette diverse sensazioni di pressione attraverso le vie nervose nel midollo spinale.
Gli scienziati che hanno creato questo nuovo dispositivo parlano di un senso del tatto “quasi naturale”.
“Abbiamo completato il circuito”, ha detto il ... (Continua)
15/09/2015 16:41:00 Ricerca scozzese svela le implicazioni dell'iperconnessione

I ragazzi iperconnessi rischiano insonnia e depressione
Sempre connessi con smartphone, tablet e computer vari, i ragazzi in particolare rischiano l'insonnia e di conseguenza depressione e ansia. A dirlo è uno studio dell'Università di Glasgow presentato nel corso di una conferenza che si è tenuta a Londra.
Lo studio ha esaminato il comportamento di 467 ragazzi fra gli 11 e i 17 anni. La principale autrice dello studio, la dott.ssa Heather Cleland Woods, spiega: “chi effettua il login a notte fonda pare essere particolarmente interessato dal ... (Continua)

10/09/2015 17:02:00 Sempre più diffuso tra i neurochirurghi
Il laser per le lesioni cerebrali profonde
L'utilizzo del laser in neurochirurgia è sempre più diffuso. Michael Schulder, vicepresidente del Brain tumor Center Cushing Neuroscience Institute di New York, ne spiega i motivi: “negli ultimi dieci anni la tecnologia laser (LITT), grazie al miglioramento delle apparecchiature e l’uso di un monitoraggio costante dei cambiamenti di temperatura dell’encefalo in risonanza si è diffusa sempre di più”.
La tecnica è stata utilizzata per la prima volta sul tumore del fegato e poi sull’encefalo. ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale