Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 2155

Risultati da 921 a 930 DI 2155

22/02/2013 Possibile soluzione per la malformazione a carico dell'orecchio

Orecchie artificiali per bambini affetti da microtia
Un gruppo di bio-ingegneri e di medici della Cornell University di Ithaca, nel New Jersey, ha creato i primi padiglioni auricolari artificiali partendo da una tecnologia in 3D e da cellule staminali che ricostituiscono la cartilagine e conferiscono nuova forma all'orecchio.
La scoperta potrebbe rappresentare la soluzione che la chirurgia ricostruttiva stava cercando per quei bambini affetti dalla nascita da una malformazione nota come microtia.
Con tale termine ci si riferisce a una serie ... (Continua)

21/02/2013 Alternativa naturale ai farmaci antistaminici

Capperi che allergia!
Uno dei protagonisti assoluti della dieta mediterranea si rivela un potente alleato dell'organismo in caso di allergia. Si tratta del bocciolo della Capparis spinosa, meglio noto come cappero. L'alimento, utilizzato soprattutto sotto sale e sotto aceto per aromatizzare le pietanze, avrebbe una certa efficacia anti-allergica stando ai risultati di una ricerca condotta dall'Università di Catania.
I ricercatori guidati da Francesco Bonina hanno svelato le proprietà degli estratti della pianta, ... (Continua)

20/02/2013 La pratica riduce i sintomi dovuti a rinite allergica stagionale

L'agopuntura utile anche in caso di allergia
Da sempre accreditata di notevoli potenzialità terapeutiche, l'agopuntura ora può vantare anche un effetto positivo sulla rinite allergica stagionale. A dirlo è una ricerca del Charite-University Medical Center di Berlino pubblicata su Annals of Internal Medicine, che dimostra come la pratica orientale sia benefica per quei pazienti perseguitati dai sintomi allergici come starnuti, lacrimazione e prurito.
I ricercatori, coordinati dal dott. Benno Brinkhaus, hanno studiato 422 persone affette ... (Continua)

20/02/2013 Alcuni pazienti sono tornati a vedere forme e figure

Retinite pigmentosa, le protesi funzionano
Circa 15 mila italiani convivono con la retinite pigmentosa, una malattia degenerativa dell’occhio di natura ereditaria, che colpisce le cellule della retina e può portare progressivamente alla cecità. Secondo le stime, ogni anno 30 italiani perdono la vista a causa della malattia e finora per loro non esistevano trattamenti o soluzioni. Prima nel mondo, l’Italia ha introdotto il sistema di protesi retinica della californiana Second Sight, che permette di restituire funzionalità visiva ai ... (Continua)

18/02/2013 Silhouette rimodellata in un'ora senza rischi

Arriva la smartlipo per essere più belle
Niente rischi, zero ematomi e tempi di recupero ridotti. È la smartlipo, la versione "soft" della liposuzione che in un'ora elimina le piccole localizzazioni di grasso. L'intervento di medicina estetica sta conquistando un posto di primo piano soprattutto in vista della bella stagione, quando si inizia a scoprire il corpo e quindi anche le imperfezioni.
“La smartlipo, a differenza della liposuzione, non comporta un intervento chirurgico vero e proprio e ha dei tempi di recupero estremamente ... (Continua)

15/02/2013 18:07:00 I risultati dello studio AMPLIFY-EXT condotto da ricercatori italiani
Terapia della trombosi venosa profonda con apixaban 
Buone notizie per i pazienti con trombosi venosa profonda (TVP) che anche dopo 6 -12 mesi di terapia anticoagulante "classica" non abbiano ancora raggiunto un ottimale equilibrio clinico per decidere la continuazione o la cessazione  del trattamento. L'utilizzo dell'Apixaban per un periodo di 12 mesi in questi pazienti si è dimostrato efficace e sicuro nel ridurre il rischio di TVP ricorrente senza aumentare il tasso di sanguinamento maggiore. È questa la conclusione dello studio ... (Continua)
15/02/2013 Molecola riattiva le funzioni mitocondriali nei pazienti affetti dalla sindrome
Dalla natura una speranza per le persone Down
Sono trascorsi più di 50 anni dall’individuazione della causa genetica della sindrome di Down (Ds), ovvero la presenza di una terza copia del cromosoma 21, ma i meccanismi molecolari mediante i quali tale alterazione genetica produce il quadro clinico della malattia sono ancora poco chiari.
Di certo, nei pazienti aumenta lo stress ossidativo ed è fortemente compromessa la funzionalità mitocondriale, cause determinanti del deficit cognitivo associato a questa sindrome.
È però possibile ... (Continua)
13/02/2013 Un prelievo di sangue determina le trisomie 18 e 13

Gravidanza, un test per le sindromi di Edwards e Patau
Basta un semplice prelievo di sangue in gravidanza per individuare nel feto due gravissime anomalie cromosomiche. Il Praenatest amplia il proprio spettro diagnostico e, oltre ad individuare la sindrome di Down nel nascituro, arriva oggi a determinare anche le sindromi di Edwads e Patau. “Oltre a determinare la trisomia 21, conosciuta come la sindrome di Down, questo esame assolutamente non invasivo riesce individuare anche la trisomia 18 (sindrome di Edwads) e la trisomia 13 (sindrome di ... (Continua)

11/02/2013 Studio rivela i meccanismi alla base del diabete di tipo 2

RANKL, il segreto del diabete nascosto nel fegato
Si chiama RANKL ed è una proteina in grado di “infiammare” il fegato e di causare in questo modo il diabete di tipo 2. La scoperta, di enorme importanza perché potrebbe aprire la strada ad una terapia innovativa in grado non solo di trattare, ma forse anche di prevenire il diabete di tipo 2, è il frutto di complesse ricerche condotte nell’arco di una ventina d’anni da vari gruppi di ricercatori italiani (Ospedale di Brunico, Università di Verona, Università Cattolica del Sacro Cuore) in ... (Continua)

11/02/2013 Nessuna prova di efficacia per questo tipo di intervento
Steroidi pericolosi in caso di shock settico
L'uso di steroidi nei pazienti colpiti da shock settico non è efficace, ma cela semmai un certo grado di pericolosità. Ad evidenziarlo sono i dati raccolti dalla Surviving Sepsis Campaing che si riferiscono a un periodo che va dal gennaio 2005 al marzo 2010, per un totale di oltre 17 mila pazienti coinvolti.
I dati, pubblicati sul Journal Watch Infectious Diseases, confermano quanto emerso da altri trial come il Corticus, pubblicato nel 2008. Fra gli oltre 17 mila pazienti con diagnosi di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale