Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 193

Risultati da 121 a 130 DI 193

17/05/2010 Per la giornata mondiale sull'ipertensione, ecco le regole per controllarla

Ipertensione, come evitarla
Un miliardo e mezzo di persone ne soffrono, soprattutto nell'emisfero occidentale del pianeta, dove le condizioni di vita sono migliori e l'alimentazione è spesso eccessiva. Si tratta dell'ipertensione, patologia sulla quale l'Oms ha deciso una giornata di sensibilizzazione per la giornata di oggi, 17 maggio.
L'ipertensione porta con sé una serie di complicanze, in particolare di tipo cardiaco, sulle quali c'è bisogno di maggiore informazione. Sempre più spesso, l'ipertensione costituisce ... (Continua)

25/01/2010 L'Agenzia del Farmaco ne vieta la vendita e l'utilizzo

Sibutramina, messa al bando per i farmaci anti-obesità
Di nuovo sotto accusa la Sibutramina, il principio attivo di molti farmaci per dimagrire oggi in commercio che già in passato era stato oggetto di polemiche e ritiri dal mercato.
L'Agenzia Italiana del Farmaco ne ha disposto il divieto di vendita e di utilizzo con effetto immediato, spiegando in una nota le ragioni della decisione: “si tratta di una molecola indicata per favorire la perdita di peso nei pazienti obesi e in quelli sovrappeso con altri fattori di rischio concomitanti come ... (Continua)

20/01/2010 11:03:08 Ricerca inglese mette a punto un gel che riduce l'appetito

Per perdere peso, arriva il gel anti-fame
L'incubo di una dieta lunga tutta una vita potrebbe essere solo un brutto ricordo per chi ha problemi di peso. Alcuni scienziati britannici dell'Università di Birmingham hanno realizzato una soluzione acquosa che una volta nello stomaco si trasforma in gel solido, riducendo l'appetito.
Come l'acqua, il liquido messo a punto dai ricercatori inglesi non ha sapore ed è costituito da polimeri naturali presenti in molti alimenti, come il pane ad esempio.
Secondo uno dei medici che hanno ... (Continua)

10/11/2009 10:22:52 Come salvaguardare il nostro organismo dagli attacchi della stagione più fredda

Le mosse vincenti per star bene in inverno
Per rendere pienamente efficace gli interventi preventivi e curativi di novembre è utile inserirli in un piano d’azione ben articolato, che tenga conto delle reali esigenze del corpo nell’arco della giornata. Ecco come fare, con un programma in tre tappe che richiede meno di mezz’ora al giorno.

Prima tappa: Al mattino

Occupiamoci dell’intestino
Per pulire l’intestino e stimolarne la funzionalità, occorre pianificare una colazione adeguata. A base di cibi ricchi ... (Continua)

09/11/2009 Come affrontare la SAD, depressione invernale

Contro la depressione autunnale fare il pieno di luce
Una tristezza eccessiva e una depressione crescente in autunno-inverno possono essere una vera e propria malattia. Si chiama SAD, ''Seasonal Affective Disorder'', acronimo che, paradossalmente, in inglese significa “triste”. Con l'accorciarsi delle giornate che si verifica con l'avvicinarsi dell'inverno, molte persone soffrono di un malessere dell'umore. Esperti statunitensi, che hanno studiato la patologia, consigliano, a chi ne è colpito, di trovare il modo di stare in posti dove c'è luce, ... (Continua)

06/11/2009 11:16:21 Prendersela comoda a tavola ha i suoi vantaggi

Mangia piano e sarai magro
Chi è costretto a una pausa pranzo veloce, adesso più di prima non vedrà l'ora che arrivi il sabato. Consumare in fretta il proprio pasto, infatti, avrebbe come temibile conseguenza quella di ingrassare più facilmente.
Più volte in passato, inviti in tal senso erano giunti dalla comunità scientifica, soprattutto in rapporto a una corretta digestione, ma ora arriva la conferma da una ricerca dell'ospedale Laiko di Atene coordinata dal professor Alexander Kokkinos.
Gli scienziati greci ... (Continua)

30/10/2009 15:14:29 Gli esiti dello studio FAME

Nuove prospettive nel trattamento delle malattie coronariche
Una nuova tecnologia potrebbe rappresentare un valido ausilio nei casi di pazienti con problemi cardiaci.
La recente pubblicazione dei risultati dello studio FAME (Fractional Flow Reserve (FFR) vs. Angiography in Multivessel Evaluation), infatti, dimostra una significativa riduzione del rischio di morte e di attacco di cuore nei pazienti sottoposti al trattamento con la nuovissima tecnologia per la misurazione della Fractional Flow Reserve prima delle procedure di impianto di stent ... (Continua)

08/10/2009 15:20:03 La capsaicina aiuta a controllare il senso di sazietà

Alleviare la fame con peperoncino e tè verde
Mantenersi in forma non è solo questione di buone abitudini alimentari e di un sano stile di vita: chi ha molta fame, infatti, ha più difficoltà a controllarsi a tavola e a mantenere una linea invidiabile.
Un aiuto per controllare il desiderio di cibo in modo naturale può venire dalla capsaicina, molecola che conferisce al peperoncino il caratteristico gusto piccante. Questo componente può avere un effetto favorevole sul controllo dell’appetito, sulla spesa energetica e sull’ossidazione dei ... (Continua)

15/09/2009 Il meccanismo di fame e sazietà

I cibi grassi non saziano e ingannano il cervello
Concedersi qualche peccato di gola di troppo con cibi grassi e appetitosi fa decisamente male alla linea. Ora si scopre uno dei meccanismi che provocano questi nefasti effetti. I cibi grassi, come burro, latte, gelato, patatine fritte e formaggio, per esempio, contengono acidi grassi saturi che ingannano il nostro cervello per tre giorni dopo la loro assunzione, interferendo con i segnali cellulari che inducono il senso di sazietà. In pratica, mangiando alimenti grassi che ci piacciono, abbiamo ... (Continua)

15/09/2009 Il rapporto tra il cervello e il cibo

Con poca autostima da piccoli si diventa obesi da grandi
Si diventa più facilmente obesi da grandi se da piccoli si nutriva una scarsa autostima e non si aveva un'immagine positiva di sé, del proprio corpo e delle proprie capacità e qualità.
Questo è quanto afferma una ricerca inglese, precisamente del King's College di Londra, che negli anni Settanta aveva cominciato a monitorare 6500 bambini che allora avevano dieci anni, seguendoli poi per i vent'anni successivi.
Grazie a questo screening, i ricercatori hanno potuto constatare come quei ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale