Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3273

Risultati da 1 a 10 DI 3273

23/04/2014 16:05:00 Il complesso RPC potrebbe ostacolare la malattia

Un complesso proteico contro l'Alzheimer
Un complesso proteico denominato RPC (Retromer Protein Complex) o retromero potrebbe rappresentare una nuova valida opzione terapeutica per i tanti ammalati di Alzheimer.
Lo sostiene una ricerca condotta dagli scienziati del Columbia University Medical Center, del Weill Cornell Medical College e della Brandeis University, che hanno scoperto una nuova classe di composti farmacologici – chiamati chaperon – apparentemente in grado di bloccare l'evoluzione della patologia aumentando i livelli di ... (Continua)

23/04/2014 12:23:00 Agendo sulla mente si può incidere su fisico e spirito

Le differenze fra età anagrafica e biologica
Esiste un’età anagrafica e ne esiste una biologica, ma non tutti sanno che esiste anche un’età mentale, importantissima perché in grado di influenzare le altre due. Insomma gli anni effettivi o che si dimostrano stanno tutti nella nostra testa!
A questa stupefacente conclusione sono arrivati i neuropsicologi di Assomensana, associazione non profit impegnata dal 2004 nelle ricerche per il benessere della mente. A questo proposito, il presidente del gruppo, professor Giuseppe Alfredo ... (Continua)

23/04/2014 10:54:00 Si studiano anche nuovi trattamenti per ridurre il dolore da chemio

Tumori, l'albero genealogico delle metastasi
Anche le metastasi prodotte da un cancro condividono un albero genealogico, ovvero delle relazioni evolutive fra masse tumorali primarie e secondarie. Lo hanno scoperto i ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston, che hanno messo a punto un sistema per scoprire questi collegamenti.
La metodica si basa soprattutto sul momento della comparsa delle metastasi. Nelle formazioni precoci le differenze genetiche rispetto al tumore primario sono molto più evidenti rispetto a quanto ... (Continua)

23/04/2014 Gli antidolorifici associati anche a questo tipo di disturbo

I Fans aumentano il rischio di fibrillazione atriale
L'utilizzo dei Fans è associato a un aumento di rischio di fibrillazione atriale. Lo dice uno studio pubblicato sulla rivista Bmj Open da Bouwe Krijthe e dai suoi colleghi del Dipartimento di Epidemiologia dell'Erasmus Medical Center di Rotterdam.
Il meccanismo alla base dell'associazione non è del tutto chiaro, come spiega il ricercatore olandese: “l’obiettivo dello studio era indagare se l’uso di Fans è associato a fibrillazione atriale in uno studio prospettico di coorte, di popolazione, ... (Continua)

22/04/2014 15:04:24 L'esame rivela processi cognitivi nascosti
La Pet scopre chi può recuperare dallo stato vegetativo
Di fronte a un paziente in stato vegetativo, la Pet può rivelare le possibilità che il soggetto ha di recuperare uno stato di coscienza. Lo dice uno studio pubblicato su The Lancet da un team dell'Università di Liegi, in Belgio, coordinato dal prof. Steven Laureys, che spiega: “i dati raccolti indicano che la Pet può rivelare processi cognitivi invisibili attraverso il normale esame clinico, aiutando i medici a identificare i pazienti con possibilità di recupero a lungo termine”.
La ... (Continua)
19/04/2014 Clonate per la prima volta cellule umane

Un altro passo verso la clonazione
La pelle di due esseri umani adulti e due ovociti sono stati la base per la prima clonazione di cellule umane. L’esperimento senza precedenti è stato realizzato presso il CHA Health Systems di Los Angeles e i risultati pubblicati su Cell Stem Cell.
Si tratta in realtà del primo tentativo di clonazione terapeutica, messa in atto cioè per il trattamento potenziale di malattie gravi come ad esempio il Parkinson, il diabete e l’insufficienza cardiaca. La tecnica utilizzata è la stessa che portò ... (Continua)

18/04/2014 15:34:00 Come ridurre i casi di danni cerebrali nei neonati
Un approccio multidimensionale per l'encefalopatia neonatale
I medici sono costantemente alla ricerca di nuovi test o marcatori che indichino in maniera accurata il rischio di danno cerebrale a carico di un neonato e in seguito a un evento intra o peri-partum.
Proprio questa assenza ha spinto alcuni esperti dell'American College of Obstetricians and Gynecologists a proporre l'adozione di un approccio multidimensionale che tenga conto delle valutazioni di tutti i potenziali fattori causali nei casi di encefalopatia neonatale.
Il documento ... (Continua)
18/04/2014 12:40:00 Un aiuto arriva dall’omeopatia

La bocca dei bimbi, dai primi dentini all’herpes labiale
Utilizzata per parlare, bere, mangiare, respirare (quando abbiamo il raffreddore), la bocca è una preziosa parte del nostro corpo e ancora di più lo è per i bambini. I neonati, infatti, esplorano il mondo portando alla bocca qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Anche per questo motivo, spesso sono numerosi i disturbi che la caratterizzano: dai fastidi generati dai primi dentini, alle afte, fino al mughetto e agli herpes labiali.
In questi casi, l’omeopatia può essere d’aiuto. I medicinali ... (Continua)

17/04/2014 15:50:00 Successo dei nuovi medicinali che bloccano l'infezione

Epatite C, l'efficacia degli antivirali ad azione diretta
L'avvento dei nuovi farmaci antivirali ad azione diretta (Daa) per il trattamento dell'epatite C ha rivoluzionato l'approccio alla malattia. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine rivela infatti un tasso di risposta superiore al 95 per cento nei pazienti con virus dell'epatite C di genotipo 1 (Hcv GT1).
Lo studio di fase III Sapphire, placebo-controllato, ha coinvolto 394 pazienti adulti non cirrotici Hcv GT1, che sono stati randomizzati a ricevere un'associazione a dose ... (Continua)

17/04/2014 Anche un uso sporadico produce effetti negativi

La marijuana fa male al cervello
Un uso occasionale di marijuana non mette al riparo da possibili effetti negativi sulle performance cerebrali. lo dice un nuovo studio pubblicato sul Journal of Neuroscience da un team della Northwestern University, del Massachusetts General Hospital e dell'Harvard Medical School.
La ricerca si è concentrata sugli effetti prodotti in quella categoria di persone non dipendenti dall'utilizzo della cannabis, ma che si concedono uno spinello una volta ogni tanto. I medici americani hanno ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale