Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 951 a 960 DI 1779

24/11/2011 15:25:10 Le sinapsi neuronali si moltiplicano anche dopo l’adolescenza

Le potenzialità cerebrali aumentano anche dopo i 20 anni
Il cervello non smette di crescere anche dopo i 20 anni, le esperienze nuove e le acquisizioni di conoscenza comportano un aumento delle sinapsi neuronali. I collegamenti tra cellula e cellula sono in grado di trasferire informazioni da aree diverse dell’encefalo.
Si chiama anche plasticità neuronale, è quella caratteristica dei neuroni grazie alla quale, gli apprendimenti che giungono dall’esterno sono in grado di modificare la struttura del nostro cervello.
Le epoche in cui questo ... (Continua)

24/11/2011 I meccanismi onirici creano spazio per nuovi ricordi

Il sogno aiuta a “ripulire” il cervello
La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio? Pare che l'ormai celebre quesito da talk-show televisivo notturno abbia trovato la propria risposta scientifica. Dormire e sognare fanno parte di complicatissimi meccanismi cerebrali che hanno, fra l'altro, lo scopo di “ripulire” il cervello, di avviare una sorta di deframmentazione del disco rigido, per utilizzare una metafora informatica.
In tal modo, il cervello risulta maggiormente disponibile a incamerare nuove informazioni senza ... (Continua)

23/11/2011 13:16:33 Lo stile di pensiero è collegato alla prevalenza degli emisferi cerebrali

Pensare destro o sinistro?
Lo stile di pensiero rappresenta il modo con cui ciascuna persona affronta la realtà che la circonda. Ciascun individuo preferisce adottare certe strategie piuttosto che altre per agire nella propria vita quotidiana.
Riconoscere e capire queste differenze è utile ad una migliore comprensione ed accettazione della diversità.
La ricerca oggi sta cercando di individuare e descrivere tali stili che potrebbero essere predittivi di eventuali risultati ed esiti di compiti cognitivi complessi, ... (Continua)

21/11/2011 L'effetto stimolante è dato dall'orexina

Le proteine ci svegliano e ci fanno consumare calorie
Per dare una frustata al metabolismo e “costringerlo” a consumare di più sono più indicate le proteine piuttosto che gli zuccheri. Una ricerca dell'Università di Cambridge mette in discussione uno dei principi delle diete ipocaloriche, ovvero l'introduzione di tanto in tanto di alimenti “dolci” per stimolare il metabolismo a bruciare più calorie.
A quanto sembra, invece, è meglio affidarsi alle proteine. La ricerca, pubblicata su Neuron, ha dimostrato l'effetto stimolante dell'orexina, ... (Continua)

18/11/2011 E’ possibile individuare i soggetti resistenti alle terapie

Scoperti nuovi tipi di recettori e petidi nell’alcolismo
La difficoltà riscontrata nel recupero dall’alcolismo in alcuni soggetti, sembrerebbe essere legata alla presenza di una maggiore espressione di una particolare variante genetica del recettore D2 del sistema neurotrasmettitoriale dopaminergico da anni considerato dalla comunità scientifica responsabile delle sensazioni di piacere e benessere. Lo studio, che è stato promosso dal Dipartimento di Psicologia dell'Universita' di Gothenburg, in Svezia, ha dimostrato che la variante del gene del ... (Continua)

17/11/2011 Sperimentato un anticorpo che elimina l'amiloide

Alzheimer, allo studio un vaccino su misura
Il futuro della terapia anti-Alzheimer è nel vaccino. Almeno è quanto pensano alcuni ricercatori della Georgetown University di Washington, che stanno portando avanti una ricerca potenzialmente in grado di far regredire la malattia.
Lo studio coordinato dal dott. Scott Turner e presentato nel corso dell'annuale convegno della Society of Neuroscience si pone infatti come obiettivo l'abbattimento dei livelli di amiloide – la proteina che si accumula nel cervello provocando la degenerazione ... (Continua)

17/11/2011 Uno spray nasale in grado di rilevare la proteina Tau

Un test facile per individuare l’Alzheimer
In caso di sospetto della malattia di Alzheimer il medico dovrà soltanto osservare le cavità nasali del paziente per cercare l’eventuale presenza della proteina Tau. I depositi di questa proteina sarebbero indicativi della malattia. "Nel naso dei pazienti si trovano depositi della proteina Tau", ha detto Boris Schmidt, responsabile di una ricerca svoltasi presso la Università Tecnica di Darmstadt, in Germania, condotta su 100 cadaveri di pazienti che avevano sofferto di Alzheimer. “Dopo aver ... (Continua)

16/11/2011 Nella corteccia prefrontale troppe cellule neuronali

Un ingorgo di neuroni nell’Autismo
Sono stati misurati il numero e le dimensioni dei neuroni nella corteccia prefrontale di soggetti che erano stati diagnosticati autistici. Uno studio preliminare della University of California San Diego condotto post mortem su 13 bambini di età tra i 2 e i 16 anni ha messo in evidenza un aumento di volume della corteccia prefrontale nelle sue due suddivisioni dorsolaterale e mediale. Tra i soggetti inclusi 7 avevano una diagnosi di autismo, altri 6 sono stati presi come gruppo di controllo, il ... (Continua)

09/11/2011 migliorano i tempi di reazione per il “problem solving”

Parlare più lingue fa bene al cervello
Una ricerca effettuata dai ricercatori dell’Università Vita-Salute e dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele, in collaborazione con le Università di Hong Kong, Londra e Barcellona, pubblicata sulla rivista Cerebral Cortex, ha dimostrato che i soggetti bilingui sono più veloci nel prendere decisioni in tempi brevi. Passare o meno mentre il semaforo sta cambiando dal verde all'arancione è una delle tante decisioni da prendere in tempi rapidissimi.
La ricerca ha messo in ... (Continua)

07/11/2011 13:27:24 Cellule nervose staminali mutanti ne costituiscono l’origine

Un modello sperimentale per la Sclerosi Tuberosa
La sclerosi tuberosa (ST) è una malattia genetica molto frequente nei bambini, con un’incidenza di 1 su 6000 nati, che coinvolge in modo particolarmente grave già dai primi anni di vita il sistema nervoso centrale in cui si riscontrano lesioni focali responsabili di epilessia, ritardo mentale e di lesioni neurologiche potenzialmente invalidanti (noduli sub ependimali, tumori gliali).
La ST è determinata dalla mutazione in uno dei due geni, chiamati TSC1 e TSC2, la cui assenza porta ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale