Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 851 a 860 DI 1779

12/04/2012 17:58:19 La pelle e il cordone ombelicale le fonti da cui attingere

Una nuova frontiera per le cellule staminali e i neuroni
Sarà dunque possibile trasformare le cellule della cute e del cordone ombelicale in neuroni grazie ad una tecnica innovativa messa a punto da studiosi del Bonn Institute of Reconstructive Neurobiology in Germania. Essi sono riusciti a produrre cellule nervose adulte partendo dalle staminali totipotenti della pelle.
"Finora, la produzione di cellule staminali pluripotenti, sebbene dispendiosa e lunga, è considerata l'ultima frontiera dello biologia dello sviluppo. “Nel frattempo, era ... (Continua)

10/04/2012 17:13:13 Stimoli ambientali diversi sarebbero responsabili delle variazioni

I ritmi circadiani non dipendono solo dalla luce
La Drosophila melanogaster è un tipico moscerino della frutta e viene utilizzato già da molto tempo per studiare i ritmi circadiani, ossia le variazioni durante il giorno di alcune sostanze endocrine dell’organismo, dal momento che la genetica sulla quale questi ritmi si basano è identica a partire dagli insetti fino all’essere umano.
Una recentissima ricerca basata sulle correlazioni esistenti fra ritmi circadiani e i comportamenti di questo moscerino nel suo habitat naturale ha prodotto la ... (Continua)

10/04/2012 Esami troppo ravvicinati dell'arcata dentaria favoriscono la malattia

L'ortopanoramica aumenta il rischio di cancro al cervello
Le persone che si sottopongono regolarmente a esami radiografici dei propri denti sono più soggette all'insorgenza di tumori cerebrali. Lo dice uno studio di alcuni ricercatori americani pubblicato sulla rivista Cancer dell'American Cancer Society.
I ricercatori suggeriscono pertanto di evitare di praticare questo tipo di esami ogni anno. Lo studio si basa sui dati di 1433 pazienti americani fra i 20 e i 79 anni di età colpiti da meningioma, un tipo di tumore al cervello – fortunatamente ... (Continua)

06/04/2012 15:16:17 Il recupero della coscienza è di competenza di strutture sottocorticali

Il risveglio dall’anestesia nasce dal cervello più antico
Il recupero della coscienza dopo essere stati addormentati con l’anestesia avviene grazie a strutture dell’encefalo più profonde e più filogeneticamente antiche. La coscienza è quella funzione che consente all’individuo di essere orientato nel tempo e nello spazio, ma anche nei confronti delle persone. Grazie alla Tomografia ad Emissioni di Positroni (PET) è stato possibile studiare i meccanismi che regolano la coscienza, il suo recupero dopo una sospensione indotta.
Un gruppo di ricercatori ... (Continua)

05/04/2012 Se trattati precocemente i malati migliorano cognitivamente

Le statine sono risultate utili nell’Alzheimer
Le comuni statine utilizzate per le patologie cardiovascolari sono utili nella malattia di Alzheimer.
È quello che si evince da una ricerca della McGill University e pubblicata sul Journal of Neuroscience.
I principi attivi sono stati testati su topi ammalati di Alzheimer e sono risultati efficaci migliorando il flusso sanguigno cerebrale, migliorando alcune funzioni corticali degli animali. "L'analisi dimostra - ha detti Edith Hamel, a capo dello studio - che le statine sono in ... (Continua)

05/04/2012 Nuove tecnologie evidenziano almeno tre geni mutati

Le mutazioni genetiche nell’autismo
Sono state individuate mutazioni di tre nuovi geni nell’autismo. Recenti studi, grazie ad una nuova tecnologia genomica, hanno dimostrato che i geni Chd8, Snc2a e KAtnaI2 sono portatori di mutazione nei soggetti con disturbi dello spettro autistico, tra questi uno in particolare dei ricercatori della Mount Sinai School of Medicine, pubblicati su 'Nature'.
Questi studiosi partecipano tutti all'Autism Sequencing Consortium (Asc), i loro risultati evidenziano alcuni target genetici per ... (Continua)

04/04/2012 18:20:05 Il fuso orario si può azzerare grazie ad un nuovo dispositivo

Una luce nelle orecchie capace di regolare il sonno
La luce è l’elemento fondamentale che regola il ritmo sonno-veglia, i recettori della luce sono un po’ ovunque nel corpo, anche sulla pelle. È questo il principio per cui un nuovo dispositivo da utilizzare già sull’aereo sarà in grado di stimolare l’acquisizione del ritmo del sonno del fuso orario in cui si è diretti.
Si chiama The Valkee, somiglia ad un iPod e verrà utilizzato in via sperimentale dalla compagnia aerea finlandese Finnair, si tratterebbe di un piccolo dispositivo che emana ... (Continua)

02/04/2012 17:44:11 Un esordio precoce potrebbe correlare con un più marcato deterioramento

Epilessia temporale e invecchiamento cerebrale
Se l’epilessia è di tipo temporale e se presenta un esordio in età infantile può predisporre ad un maggiore invecchiamento cerebrale.
Lo afferma una ricerca eseguita da un pool di studiosi dell'University of Wisconsin-Madison, è stata così pubblicata su Epilessia, una rivista peer-reviewed della International League Against Epilepsy (ILAE).
Già evidenze passate avevano messo in luce anomalie strutturali in pazienti con epilessia temporale, documentate con tecniche di “imaging” in cui ... (Continua)

29/03/2012 18:10:18 L’adolescenza è il periodo di questo cambiamento

Il sonno cambia fisiologicamente con l’età
Due sono i periodi di grande cambiamento sinaptico nella vita dell’essere umano: il primo in età precoce verso i 4-5 anni, l’altro tra i 16-18 anni. A questi cambiamenti corrispondono delle vere rivoluzioni in cui la maturazione sessuale gioca un ruolo importante. Studi sui tracciati EEG (elettroencefalogrammi) di adolescenti, scelti tra i 9 e i 18 anni di età, hanno mostrato che cambiamenti morfologici dell’onda delta dell’EEG tipica di una fase del sonno, quella non-Rem, è fortemente ... (Continua)

28/03/2012 12:37:24 Cogliere il punto di vista dell’altro è una capacità della corteccia prefrontale

L’empatia è il prerequisito per avere molti amici
Risiederebbe nella corteccia prefrontale la capacità che gli esseri umani hanno di stringere e mantenere amicizie e conoscenze; lo afferma una nuova ricerca scientifica che si è posta la domanda riguardo alle cause che determinano il possedere molti amici da parte di alcuni individui piuttosto che altri.
Lo studio,condotto da Robin Dunbar e colleghi e pubblicato su Proceedings of the Royal Society B, è partito dalla teoria della mente, ossia dalla possibilità che gli esseri umani possiedono ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale