Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 451 a 460 DI 1779

03/07/2014 17:04:00 Gli eventi stressanti riducono le capacità mnemoniche

Lo stress minaccia la memoria
State sereni, se potete. Pare infatti che lo stress rappresenti una minaccia anche per la memoria. Una ricerca dell'Università dello Iowa ha trovato un nesso fra l'esposizione ripetuta ad alti livelli di cortisolo – l'ormone che l'organismo rilascia in caso di stress – e la perdita della memoria a breve termine.
I ricercatori hanno effettuato un esperimento su modello murino, pubblicandone i dettagli sulla rivista Neuroscience. Dai dati emerge che l'esposizione prolungata a livelli elevati ... (Continua)

02/07/2014 12:23:00 I malati manifestano un'iperattività cerebrale

Rischio di epilessia per chi soffre di Alzheimer
Essere malati di Alzheimer espone a un rischio decisamente più elevato della media di subire crisi epilettiche. A dirlo è uno studio dell'Università di Tel Aviv pubblicato su Cell Reports.
Il rischio più alto sarebbe legato alla proteina beta-amiloide, nota per essere coinvolta nello sviluppo e nella progressione del morbo di Alzheimer. I ricercatori israeliani hanno individuato l'esatto meccanismo molecolare alla base dell'aumento dell'attività neuronale nei pazienti affetti da Alzheimer, ... (Continua)

27/06/2014 11:56:00 Impegnarsi in attività intellettive riduce il rischio di Alzheimer

Un cervello attivo per allontanare la demenza
Ormai è assodato, per ridurre al minimo il rischio di insorgenza dell'Alzheimer e della demenza senile è necessario mantenersi attivi a livello cerebrale. Leggere libri, utilizzare il computer, partecipare ad attività sociali sono tutti strumenti in nostro possesso per rendere improbabile l'eventualità della malattia.
Ad affermarlo è anche uno studio della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, diretto dal dott. Prashanthi Vemuri e pubblicato su Jama Neurology.
«Si stima che negli Stati ... (Continua)

26/06/2014 09:34:00 Riduce i danni alle vie nervose

Il cacao previene l'Alzheimer
Il cacao non smette di stupire e rivela un'altra importante proprietà, un fattore di protezione nei confronti del morbo di Alzheimer. A dirlo è una ricerca dell'Icahn School of Medicine presso il Mount Sinai Hospital di New York in collaborazione con la Kanazawa University, in Giappone.
I ricercatori hanno scoperto che un estratto del cacao Lavado può ridurre i danni alle vie nervose che si verificano nel cervello dei malati di Alzheimer prima dello sviluppo dei sintomi veri e propri.
Lo ... (Continua)

26/06/2014 Effetti negativi sul cervello in una fase di crescita

Gli adolescenti e la marijuana
Bisogna prestare la massima attenzione riguardo la marijuana e il suo consumo fra gli adolescenti. È quanto afferma una ricerca del National Institute on Drug Abuse (Nida), che lega il consumo della droga a una serie di effetti collaterali estremamente negativi fra cui la dipendenza e i danni al cervello, soprattutto in una fase già critica di per sé come l'adolescenza.
Nora Volkow, coordinatrice della ricerca pubblicata sul New England Journal of Medicine, spiega: «la marijuana può ... (Continua)

24/06/2014 11:22:00 Scienziati americani trovano un nesso fra le condizioni

Un legame fra lo stress e il rischio di infarto e ictus
Era prevedibile che lo stress non facesse troppo bene al nostro organismo. Ora arriva una conferma scientifica da parte dell'Harvard Medical School di Boston, i cui ricercatori hanno collegato l'esistenza di una condizione di stress con eventi infausti come l'infarto del miocardio e l'ictus.
La chiave del collegamento starebbe nei globuli bianchi, che si attivano proprio con lo stress, andando incontro a un processo di iper-produzione, un aspetto negativo per la salute di cuore e ... (Continua)

23/06/2014 Prima si inizia peggio è per i nostri polmoni

Il fumo di mattina è micidiale
Il fumo fa male sempre, certo. Di mattina, però, ancora di più. Lo dice uno studio pubblicato sul Journal of National Cancer Institute da un team del National Cancer Institute guidato dalla dott.ssa Fangyi Gu.
Stando ai dati emersi dal nuovo studio l'ora in cui si accende la prima sigaretta della mattina influisce sul rischio di insorgenza del cancro ai polmoni, rendendolo più probabile tanto prima si decide di iniziare a fumare. Questo vale anche per chi fuma poco.
Un'altra conferma ... (Continua)

20/06/2014 10:43:00 La tensione e le emozioni forti non sono necessariamente negative

Mondiali, stress positivo per il cervello
Sarà per la voglia di evadere dalla realtà quotidiana, sarà per la sensazione di assistere a un evento per via della sua scadenza temporale – ogni 4 anni – relativamente lunga, ma di sicuro i mondiali di calcio riescono a catalizzare la concentrazione di tutti o quasi.
Il neurologo Piero Barbanti, Responsabile del Centro per la diagnosi e la cura delle cefalee e del dolore dell’IRCCS San Raffaele Pisana, analizza passo dopo passo tutte le sfaccettature del più grande evento sportivo insieme ... (Continua)

17/06/2014 13:00:00 Disturbi cognitivi per le donne con cancro al seno

I danni della chemio sul cervello
Le pazienti colpite da un tumore al seno e trattate con la chemioterapia spesso accusano disturbi cognitivi associabili, secondo una recente ricerca, all'uso dei farmaci antitumorali.
Lo studio è stato realizzato da un team della Katholieke Universiteit Leuven, in Belgio, coordinato dalla dott.ssa Sabine Deprez e pubblicato sul Journal of Clinical Oncology.
«Crediamo che questo sia un passo importante nella comprensione delle basi neurobiologiche degli effetti negativi della chemioterapia ... (Continua)

17/06/2014 12:08:35 La causa era un tumore benigno al cervello

La bimba che rideva sempre
Avere un tumore e ridere di gusto. È la paradossale condizione che ha sperimentato per molto tempo una bambina colombiana di 6 anni che rideva continuamente a causa della presenza di un amartoma – un tumore benigno – nel cervello.
I medici, tuttavia, hanno faticato non poco per trovare la ragione di un comportamento tanto strano, diagnosticando all'inizio un disturbo di natura psichiatrica, mentre i familiari ipotizzavano addirittura una possessione.
A far luce sugli scoppi di risa ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale