Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 1721 a 1730 DI 1779

12/06/2002 

Droghe: il gene del vizio
Secondo uno studio di ricercatori statunitensi dell'Istituto Scripps una variazione naturale di un gene sarebbe responsabile di alcune dipendenze. Il gene del vizio individuato dagli studiosi dirige infatti la sintesi del fatty acid amide hydrolase (Faah), un enzima il cui ruolo è quello di ''smaltire'' i cannabinoidi naturali del cervello, sostanze che agiscono come i composti attivi della marijuana e che sono sospettati di favorire il meccanismo cerebrale di compensazione e la ... (Continua)

12/06/2002 

L'elisir contro i disturbi della menopausa
Si tratta di un ormone androgeno prodotto dalle ghiandole surrenali e si è rivelato efficace nel migliorare i disturbi della menopausa in un gruppo di donne italiane. Non più e non solo cerotti, pillole o spray nasali a base di estrogeni e progestinici, oggi contro cefalea, vampate e gli altri sintomi che colpiscono una donna in menopausa su due, c'è un'arma in più: il Dhea.
Da tempo noto come ''elisir di giovinezza'', privo di effetti collaterali e frutto di una ricerca 'made in ... (Continua)

11/06/2002 

Elettroencefalogramma contro ''il male di vivere''
I farmaci antidepressivi trovano un largo impiego nell'ambito della psichiatria clinica. Essi vengono utilizzati non solo per il trattamento della depressione, ma di molte altre condizioni psicopatologiche. Tuttavia ben 4 depressi su 10 non hanno alcun beneficio dal primo farmaco che provano e i medici devono aspettare dalle 6 alle 12 settimane per essere sicuri che la terapia non funziona e passare ad un altro farmaco.
Un gruppo di ricercatori dell'università della California a Los ... (Continua)

10/06/2002 

Quanto cervello usi per parlare?
Quei pochi che per parlare usano entrambi gli emisferi hanno dei vantaggi.
Ricercatori tedeschi hanno scoperto che alcune persone possono usare entrambi gli emisferi cerebrali per esprimersi verbalmente. Normalmente invece se ne usa solo uno, generalmente il sinistro. La rara capacità di spostare il controllo del linguaggio da un emisfero all'altro è stata scoperta da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience.
Stefan Knecht, neurologo presso l'Università di Munster, ha ... (Continua)

31/05/2002 

Piccolo intervento previene ictus nei sub
A Milano è eseguito un intervento risolutivo che riduce il rischio di ictus nei sub che hanno un'anomalia al cuore molto diffusa.
Un intervento di 30 minuti al massimo, 2 giorni di ospedale e nessun bisogno di convalescenza, per evitare 12mila ictus ogni anno: quelli che colpiscono i giovani, specie i sub, e sono legati a una particolare malformazione cardiaca. A eseguirlo sono 10 centri specializzati in tutta Italia, ma a vantare la casistica maggiore, con oltre 200 operazioni in 3 ... (Continua)

31/05/2002 

Attacchi di aggressività: l'origine nel cervello
Chi si arrabbia facilmente potrebbe essere vittima di un disordine cerebrale. E' l'ipotesi di un'équipe di psicologi americani, secondo i quali improvvise e incontrollabili violenze domestiche possono essere causate da un deficit chimico nel cervello, non diagnosticato.
Gli scienziati del Children's Hospital di Philadelphia hanno misurato la funzione cerebrale in pazienti psichiatrici malati di disordine esplosivo intermittente. Si tratta, spiegano sui Proceedings of the National Academy ... (Continua)

29/05/2002 

Memoria: senza un gene si impara di più
Imparare meglio e più in fretta ''spegnendo'' un gene chiamato ERK1, cioè impedendo che venga tradotto in proteina.
Un'operazione per ora sperimentata sui topi, ma che un giorno potrebbe rivelarsi utile anche nell'uomo per il trattamento di malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson e la Corea di Huntington, o di turbe psichiatriche come la schizofrenia, le sindromi ossessivo-compulsive o la dipendenza da stupefacenti. Ne sono convinti i ricercatori del San Raffaele di Milano, ... (Continua)

24/05/2002 

Sesso tantrico: l'estasi dell'''orgasmo di valle''
A proposito di sesso tantrico più che di ''tecnica'' occorre parlare di un'esperienza o di una filosofia. Questo vale soprattutto in considerazione del fatto che, avvicinandosi al sesso tantrico, tutti gli errori compiuti di solito quando si ha un rapporto sessuale vengono spietatamente a galla, comprese le motivazioni psicologiche e culturali che ne sono alla base.
Il sesso visto da noi occidentali assomiglia spesso ad una prova, una prestazione che, in quanto tale, richiede ... (Continua)

02/05/2002 

Sigarette e tè ridurrebbero il rischio di Parkinson.
Una nuova ricerca, resa pubblica dal American Journal of Epidemiology, fornisce ulteriori prove sul collegamento fra il fumo e il presunto minor rischio di contrarre il morbo di Parkinson.
Ben lungi dal suggerire il fumo come la strada per ridurre il rischio di contrarre il morbo, i ricercatori precisano però che capire il rapporto tra fumo e Parkinson potrebbe contribuire ad identificare la causa della malattia e il modo migliore per trattarla o prevenirlA.
Con il morbo di ... (Continua)

24/04/2002 

Il Training Autogeno: il primo esercizio
E' una delle tecniche di psicoterapia più applicate. Esso è utile per curare disturbi fisici e psichici ma anche uno dei metodi più facili e completi per raggiungere uno scopo più immediato: il totale rilassamento fisico e psichico.
Il Training Autogeno fu inventato all'inizio del secolo 1900 dallo psicologo tedesco Johannes H. Schultz (1884-1970) che lo elaborò studiando l'ipnosi oltre che ispirandosi ai lavori del famoso ipnologo Oscar Vogt. Schultz osservando i pazienti di VOGT constatò ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale