Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1779

Risultati da 1381 a 1390 DI 1779

02/05/2008 
Una scossa al cervello blocca la depressione
La Deep brain stimulation (Dbs) sembra possa rappresentare una valida alternativa nella cura dei casi di depressione maggiore che non rispondono al trattamento farmacologico, secondo uno studio che sara' presentato oggi al Meeting annuale dell'American Association of Neurological Surgeons a Chicago. La Dbs comporta l'inserimento di minuscoli elettrodi in particolari zone del cervello, che emettono piccolissimi impulsi elettrici capaci di bloccare l'attivita' cerebrale anomala che ... (Continua)
29/04/2008 
I complimenti valgono come i soldi, lo dice il cervello
Quando siamo oggetto di un apprezzamento per le nostre capacita', viene attivata la stessa regione del cervello interessata nel momento in cui riceviamo un pagamento in contanti. Alcuni ricercatori giapponesi, in un articolo pubblicato sulla rivista Neuron, ci forniscono, infatti, le basi scientifiche del presupposto che la gratificazione viene percepita, in ogni caso, come un premio.
Il gruppo di studio condotto da Norihiro Sadato del Japan's National Institute for Physiological ... (Continua)
21/04/2008 

Il prozac giova al cervello, almeno dei ratti
La fluoxetina, il farmaco antidepressivo largamente usato nel trattamento di disturbi psichiatrici, sarebbe in grado di ‘ringiovanire’ il cervello adulto, al punto da permettere il recupero di una visione normale in ratti ambliopi. E’ quanto ha dimostrato il gruppo di neurobiologia della Scuola Normale di Pisa e dell’Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche, guidato dal professor Lamberto Maffei.
“La fluoxetina è largamente impiegata nel trattamento della ... (Continua)

16/04/2008 
Caffè, una miniera di antiossidanti
Elevato potere antiossidante grazie al contenuto degli acidi clorogenici, azione protettiva nei confronti dello sviluppo del diabete di tipo 2 e del morbo di Parkinson, rallentamento del naturale declino cerebrale nelle persone anziane, nessun effetto sfavorevole sul rischio cardiovascolare: sono queste le principali novità legate al consumo di caffè che emergono dai più recenti studi scientifici internazionali.
NFI, Nutrition Foundation of Italy - il Centro Studi dell’Alimentazione - ... (Continua)
11/04/2008 

Attività fisica buona per muscoli e cervello
E' proprio vero che una 'mens sana' si trova in un 'corpore sano'. A provarlo sono numerose ricerche, secondo cui l'attivita' fisica (anche solo 20 minuti alla settimana) comporta molti effetti positivi sulla salute del nostro organismo. L'ultima conferma arriva da uno studio scozzese, pubblicato on line sul British Journal of Sports Medicine, che ha coinvolto piu' di 19.000 persone, tra uomini e donne, che si sono sottoposti ad indagine circa il loro stato mentale e sull'attivita' ... (Continua)

09/04/2008 

Il botox può arrivare fino al cervello
Attenzione al botox: non si puo' escludere il rischio che dal viso, dove viene iniettato come anti-rughe, possa diffondersi al cervello. L'avvertimento arriva dall'istituto di Neuroscienze di Pisa, con una ricerca pubblicata su News-Medical.Net.
Il botox, o tossina botulinica, e' il trattamento anti-rughe usato ormai da milioni di persone: a base di piccolissime dosi della tossina prodotta dal Clostridium Botulinum, agisce provocando paralisi muscolare. Usato in terapia per ... (Continua)

08/04/2008 
Chi va piano...rischia l'ictus
Il rischio di ictus in cui incorre una donna anziana può essere in parte predetto dalla velocità alla quale solitamente cammina.
A confermarlo è una ricerca condotta su oltre tredicimila donne in menopausa. Dallo studio si è scoperto che coloro che camminavano più lentamente avevano il 69% di rischio in più di subire un ictus nei successivi cinque anni, rispetto a chi aveva un'andatura più spedita.
“La nostra ricerca dimostrerebbe che una lenta camminata è un fattore di rischio di ... (Continua)
07/04/2008 

Il cervello riconosce la lingua madre
I risultati di uno studio, coordinato da Alice Mado Proverbio del laboratorio di Elettrofisiologia cognitiva del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca, in collaborazione con Roberta Adorni, e Alberto Zani, ricercatore dell’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Milano-Segrate dimostrano che esiste una regione del cervello, chiamata area per la forma visiva delle parole, localizzata nel cosiddetto giro fusiforme sinistro ... (Continua)

01/04/2008 
Rischio epilessia col telefonino
Un vero e proprio attacco epilettico puo' essere scatenato dall'uso del telefono in alcuni soggetti. Il fenomeno e' stato descritto al 20° concorso sulle epilessie genetiche organizzato dall'universita' di Venezia dalla fondazione di neurologia infantile Mariani di Milano.
"Si tratta di una nuova, ma rara forma di epilessia osservata soprattutto il giovani, eta' media di 18 anni- spiega Roberto Michelucci, direttore dell'unita' di Neurologia dell'ospedale Bellaria di Bologna- che ... (Continua)
31/03/2008 
L'uomo più fiutare il pericolo
Anche l'uomo, come gli animali, è in grado di utilizzare il naso per rendersi conto di un pericolo. Da un semplice modo di dire alla realtà dunque. Un "retaggio di quando i nostri antenati dovevano fuggire dai predatori". A scoprire le capacità nascoste del nostro naso sono stati i ricercatori Usa della Feinberg School of Medicine della Northwestern University di Chicago. Gli scienziati hanno condotto una sperimentazione sottoponendo alcuni volontari a una serie di odori molto simili tra loro, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale