Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 629

Risultati da 621 a 629 DI 629

21/12/2001 
Malattie rare: la Sindrome di Marfan
Ci interessiamo in questa circostanza di una malattia ereditaria - che in Italia affligge circa 12-20.000 persone - del tessuto connettivo che intacca il cuore e i vasi sanguigni, le ossa e i legamenti, gli occhi e i polmoni.
Nel 1992 è stato identificato uno dei geni principali che causano la sindrome di Marfan: la fibrillina 1, localizzato sul cromosoma che codifica per un micro-filamento importante costituente del tessuto elastico. Questo gene, e la proteina che viene da lui ... (Continua)
26/11/2001 

Il cuore si cura con la verdura
Chi mangia verdura almeno quattro volte alla settimana ne ricava l'encomiabile risultato di proteggere il proprio cuore e - inoltre - di mantenersi in forma. Ortaggi e verdure rilanciano allora le loro proprietà in funzione di prevenzione del muscolo più importante del nostro organismo.
A tessere le lodi di questi splendidi prodotti naturali è uno screening durato negli Stati Uniti per ben 19 anni e che ha posto osservazione poco meno di 9.700 individui, uomini e donne. Il verdetto ... (Continua)

20/11/2001 
Diabete, glicemia bassa per coagulo
Secondo ricercatori del Cardiovascular Institute di New York, il rischio cardiovascolare è elevato nei diabetici, oltre che per l'aterosclerosi precoce, anche per il particolare stato protrombogeno del sangue. Il loro intento è allora di riuscire ad abbassare la glicemia nei pazienti affetti da tale patologia: cioè permetterebbe anche di ridurre la capacità coagulativa del sangue che risulta già elevata in questo tipo di pazienti.
Gli specialisti hanno quindi studiato l'effetto della ... (Continua)
13/11/2001 
Le vertigini
Disturbo che nel linguaggio comune è indicato con il termine "capogiro", usato per esprimere un’alterazione dell’equilibrio che può manifestarsi con caratteristiche molto variabili da soggetto a soggetto, spesso però descritte come sensazione di sbandamento o di instabilità. Tale sensazione andrebbe definita vertigine, nel senso di un disturbo alla sensibilità spaziale che genera l’illusione di un movimento del soggetto rispetto all’ambiente circostante (o invece dell’ambiente rispetto al ... (Continua)
24/10/2001 
La sifilide
Nell'ambito delle malattie sessualmente trasmesse, è questa una patologia causata dal treponema pallidum.
I sintomi sono rappresentati dal cosiddetto sifiloma, un nodulo eroso in superficie nella sua parte centrale, che compare dalle due alle sei settimane dopo il contagio in sede genitale o extra-genitale e che va incontro a guarigione spontanea.
Dopo una fase setticemica compaiono i segni cutanei della sifilide secondaria, sifilodermi eritematosi (roseola) o papulosi, che ... (Continua)
10/10/2001 

Sessualità e terza età
E' ormai acclarato che l'aumento dell'età media della vita, e la caduta di alcuni pregiudizi che volevano l'anziano come un essere asessuato, hanno sempre di più portato l'attenzione sulla sessualità nelle fasi di vita più avanzata.
L'insieme delle modificazioni fisiologiche e psicologiche che accompagnano il generale declino dell'uomo in questa fase della vita ci aiutano a comprendere meglio le trasformazioni del comportamento sessuale. Dal punto di vista fisico assistiamo ad una ... (Continua)

25/07/2001 

Cresce rischio cardiovascolare con albuminuria 'alta'
Con un tasso elevato di albumina nelle urine cresce il pericolo di rischi cardiovascolare, soprattutto sia nelle persone con diabete che nelle persone non diabetiche. E questo indipendentemente dalla presenza di microalbuminuria. A dimostrarlo sono alcuni ricercatori dell'Università McMaster di Hamilton (Ontario) che hanno osservato 5.545 pazienti con precedenti di patologia cardiovascolare e 3.498 con diabete e almeno un fattore di rischio cardiovascolare. La microalbuminuria (rapporto ... (Continua)

05/07/2001 

Cuore in pericolo in caso di mobbing
Ore di lavoro che si trasformano in un inferno ecco cosa accade a chi viene preso di mira dai superiori o dai colleghi. La conseguenza sono stati di tensione eccessivi che posso danneggiare il sistema circolatorio e accelera i processi aterosclerotici coronari, mettendo in pericolo l'apparato cardiovascolare. A fare luce sui problemi che col tempo possono cagionare problemi al cuore a causa del mobbing è un articolo apparso da poco su ''Cuore e salute'', la rivista del Centro per la lotta ... (Continua)

20/03/2001 
Meno rischi al cuore con terapia a base di clopidogrel
La somministrazione precoce e prolungata nel tempo dell'antipiastrinico clopidogrel riduce del 20% il rischio di infarto, ictus e morte cardiovascolare nei pazienti con sindrome coronarica (angina instabile e infarto 'non-Q' o 'lieve'). Lo dimostra uno studio coordinato dal professor Salim Yusuf, dell'Università McMaster di Hamilton (Canada), condotto su 12.562 pazienti di 28 paesi del mondo, e presentato oggi a Orlando nell'ambito del 50esimo congresso dell'American College of Cardiology. ''Lo ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale