Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 629

Risultati da 401 a 410 DI 629

13/06/2011 Registrati effetti inibitori del rischio di trombosi

Alcol amico del cuore se il consumo è moderato
Consumare alcol in maniera regolare e moderata aiuta a proteggersi dal rischio di trombosi, aumenta il colesterolo buono e combatte l'ipertensione. Inoltre, secondo un recente studio firmato da due ricercatori italiani sulle pagine di The Lancet, Roberto Ferrari e Claudio Rapezzi, chi consuma vino segue una dieta in genere più equilibrata e salutare di chi preferisce la birra.
Sull'argomento del bere responsabile si sono confrontati 15 università, 6 enti di ricerca e 32 gruppi impegnati a ... (Continua)

09/06/2011 Dopo i 50 anni si fanno sentire i cambiamenti ormonali

Per le donne in menopausa un chilo in più ogni anno
Fra le conseguenze della menopausa anche un chilo in più all'anno. Lo stravolgimento ormonale indotto dalla fine del ciclo mestruale comporta un aumento del grasso e una distribuzione più vicina a quella maschile, con interessamento dell'addome, ad esempio.
Inoltre la pressione arteriosa tende a salire e si manifestano pertanto tutti quei sintomi della sindrome metabolica che possono essere anche molto pericolosi. Per questo è necessario intervenire con la terapia ormonale sostitutiva, ... (Continua)

07/06/2011 I chili di troppo interferiscono anche con i geni che regolano il cuore

L'obesità manda fuori sincrono il cuore
Una ricerca aggiunge un nuovo aspetto negativo a quelli connessi ad una condizione di obesità o di sovrappeso. Secondo uno studio svolto da David Stepp della Georgia Health Sciences University, il grasso svolgerebbe un'azione di disturbo sul sistema cardiovascolare nel momento in cui è più necessario un suo perfetto funzionamento, ovvero quando ci si sveglia al mattino.
Le statistiche dicono infatti che la maggior parte degli infarti, e in particolare quelli gravi, si verifica di mattina, ... (Continua)

07/06/2011 5 regole da seguire per intervenire al meglio sul paziente

Il pronto soccorso ottimale
Anche in caso di emergenza è auspicabile mantenere il controllo e adottare comportamenti precisi e professionali. È quanto suggerisce un gruppo di 255 esperti di medicina interna che, sotto la guida di Jeffrey Jaeger dell'Università della Pennsylvania, hanno stilato un breve elenco di procedure per il pronto soccorso e le terapie da privilegiare in seguito al ricovero.
Le cinque regole messe a punto dai medici americani e pubblicate su Archives of Internal Medicine puntano a ottimizzare il ... (Continua)

25/05/2011 In un terzo dei casi la pressione si alza alla vista del medico

Ipertensione da camice bianco
Almeno il trenta per cento dei casi di ipertensione resistente potrebbe rivelarsi soltanto un problema psicologico. Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista specializzata Hypertension, infatti, in molti pazienti, di fronte al camice bianco del medico, la pressione si alza in maniera spontanea e si dimostra resistente semplicemente perché sale soltanto quando viene misurata.
Il coordinatore della ricerca Alejandro de la Sierra e il team dell'Università di Barcellona che lo ha coadiuvato ... (Continua)

23/05/2011 Grazie al licopene il pomodoro riduce colesterolo, pressione e protegge la pelle

Un pomodoro contro il colesterolo
È il licopene il segreto del pomodoro. Grazie a questa componente, infatti, l'ortaggio base della dieta mediterranea si rivela un potente alleato contro la pressione alta e soprattutto il colesterolo. Il licopene è un antiossidante contenuto all'interno del pomodoro che aumenta la sua efficacia quando l'ortaggio viene cotto.
A dimostrare le sue proprietà è uno studio dell'Università di Adelaide, in Australia, pubblicato su Maturitas. I ricercatori hanno verificato che il licopene è ... (Continua)

19/05/2011 Studio americano suggerisce un adattamento in base all'età

Nuovi parametri di valutazione per l'ipertensione
Una ricerca statunitense mette in discussione i parametri standard per il controllo della pressione arteriosa, avanzando l'ipotesi che sia preferibile valutarla a seconda della fascia d'età. Lo studio, firmato da Brent Taylor dell'Università del Minnesota e pubblicato sul Journal of General Internal Medicine, ha analizzato i valori pressori di 14 mila persone fra il 1971 e il 1976 che avevano partecipato a una vasta indagine a livello nazionale sulle abitudini e sugli stili di vita dei ... (Continua)

16/05/2011 09:52:34 La salute del cuore passa attraverso un'attività fisica adeguata

Camminare in fretta per proteggere il cuore
Il consiglio è di indossare un paio di scarpe comode e di mettersi a camminare a buon ritmo. Lo dicono i risultati di uno studio condotto su quasi 1500 persone colpite da infarto, che ha dimostrato alla fine l'utilità dell'attività fisica nella riduzione delle probabilità di un secondo attacco.
La ricerca è stata presentata nel corso del congresso dell'ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri), il cui presidente, Marino Scherillo, commenta: “per attività fisica in fase di ... (Continua)

16/05/2011 Banane e legumi fra gli alimenti più indicati per abbassare la pressione

4 grammi di potassio per tenere a bada l'ipertensione
Un consumo adeguato di potassio nel corso della giornata aiuta a tenere sotto controllo l'ipertensione. È quanto sostengono i dati della Società Italiana per l'Ipertensione Arteriosa, i cui ricercatori hanno riesaminato tutti gli studi disponibili degli ultimi 50 anni sull'argomento.
Ne è emerso che aggiungere anche solo un grammo e mezzo di potassio rispetto al consumo medio si traduce in una diminuzione delle probabilità di ictus del 22 per cento e del rischio di eventi cardiovascolari ... (Continua)

11/05/2011 Non solo cuore, rischi anche per il cervello

Il colesterolo alto mette a rischio la memoria
C'è un legame fra l'eccesso di colesterolo nel sangue e i problemi di memoria. Lo affermano alcuni ricercatori francesi dell'Istituto Nazionale di Sanità che hanno presentato uno studio nel corso del congresso dell'American Academy of Neurology.
La ricerca ha coinvolto circa 5 mila soggetti con età media di 55 anni ai quali è stato calcolato il rischio cardiovascolare dopo aver analizzato vari fattori, fra i quali colesterolo totale e HDL, pressione, diabete, sesso. In seguito, tutti sono ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale