Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 629

Risultati da 291 a 300 DI 629

23/04/2013 Studio mostra gli effetti del neuropeptide Y

Un neuropeptide per lo stress post-traumatico
Il disturbo post-traumatico da stress potrebbe essere trattato con il neuropeptide Y (Npy), sostanza che agisce da neurotrasmettitore nel cervello. Lo dice uno studio del New York Medical College di Valhalla, che ha mostrato gli effetti della sostanza su modello murino, attraverso una somministrazione con infusione intranasale.
I ricercatori hanno utilizzato questa procedura non invasiva per superare la barriera emato-encefalica, evitando di conseguenza effetti collaterali pericolosi per il ... (Continua)

17/04/2013 L'effetto riduttivo si manifesta quasi subito

Le barbabietole abbassano la pressione
La pressione alta è il cruccio di molte persone. A causa di un'alimentazione poco equilibrata, di poca propensione all'attività fisica e di ritmi di vita sempre più accelerati, l'ipertensione diventa più frequente e costituisce una seria minaccia alla nostra salute.
Se la pressione alta non è ancora diventata patologica, ma i valori oscillano attorno ai limiti stabiliti dai medici, allora possiamo intervenire anche con l'alimentazione, ad esempio consumando barbabietole.
A suggerirlo è ... (Continua)

12/04/2013 19:44:42 Un elevato livello è associato ad aumentato rischio cardiovascolare
Calcio coronarico, predittore nel diabete di tipo 2
La malattia cardiovascolare è la principale causa di mortalità nelle persone affette da diabete di tipo 2. Infatti, rispetto alle persone senza diabete, quelle affette hanno un maggior rischio di mortalità a parità di gravità di malattia coronarica. Per questo motivo sarebbe importante avere degli strumenti per migliorare la capacità di predire il rischio in questi pazienti in modo da poter intraprender trattamenti preventivi personalizzati.
Una revisione sistematica dei dati finora ... (Continua)
11/04/2013 Le raccomandazioni per la salute del cuore riducono anche il rischio di tumore

7 parametri per salvare il cuore e allontanare il cancro
Chi verifica costantemente alcuni parametri validi per mantenere la salute del proprio cuore allontana anche l'ipotesi di insorgenza del cancro. L'associazione emerge dalle linee guida “Life's Simple 7” emanate dall'American Heart Association (AHA) e ideate per ridurre le problematiche cardiovascolari.
Secondo uno studio coordinato da Laura Rasmussen-Torvik della Northwestern University Feinberg School of Medicine di Chicago, le stesse regole garantirebbero un beneficio sostanziale in ... (Continua)

10/04/2013 Nesso fra il disturbo e lo scadimento dell'attività sessuale

Le apnee del sonno minacciano la sessualità femminile
È ormai noto come le OSAS, ovvero le apnee ostruttive del sonno, possano generare una serie di problematiche, legate in particolare all'aspetto cardiovascolare.
Un nuovo studio, tuttavia, segnala anche l'effetto negativo che il disturbo esercita sulla vita sessuale delle donne. In alcuni casi, infatti, le apnee determinano disfunzioni dell'apparato sessuale femminile tali da metterne a repentaglio il corretto funzionamento, minacciando così il livello di ... (Continua)

09/04/2013 È la sostanza che crea problemi quando si mangia carne rossa

La carnitina della carne rossa fa male al cuore
Troppa carne rossa fa male, si sa, ma ora abbiamo un imputato preciso, la carnitina. È questa sostanza, secondo una recente ricerca della Cleveland Clinic Foundation, a determinare problemi per il nostro organismo.
La ricerca coordinata dal dott. Stanley Hazen e pubblicata su Nature Medicine ha individuato nella L-carnitina l'aspetto più preoccupante legato al consumo di carne rossa, spesso associato all'insorgenza di patologie cardiovascolari, cancro e obesità. Secondo i ricercatori ... (Continua)

08/04/2013 Il dosaggio della NGAL consente una diagnosi precoce

Disponibile nuovo test per l'insufficienza renale acuta
È ora disponibile anche in Italia un test che consente di diagnosticare con buon anticipo il danno renale acuto (AKI) e quindi di intervenire subito con la strategia terapeutica più appropriata. Questo nuovo esame si chiama NGAL (Neutrophil Gelatinase-Associated Lipocalin) Il test consente di dosare nelle urine e nel plasma una proteina-marcatore specifica, proprio la Lipocalina Neutrofila Gelatinase-Associata (NGAL).
NGAL è prodotta dai leucociti neutrofili e dai tubuli renali ed è presente ... (Continua)

05/04/2013 17:44:21 Utile valutazione cardiologica entro un mese da una visita in pronto soccorso
Importanza del follow-up dopo episodio di dolore toracico
Se è stato necessario ricorre ad una visita in pronto soccorso (PS) per un dolore toracico, vedere un cardiologo entro un mese riduce la probabilità di infarto o di morte nell’anno successivo. Queste sono le conclusioni di un articolo appena pubblicato su Circulation. «Lo studio è il primo a dimostrare l'importanza del follow-up nei pazienti ad alto rischio cardiovascolare che lasciano il pronto soccorso dove erano giunti per algie retrosternali» esordisce Dennis Ko, cardiologo dell’Università ... (Continua)
04/04/2013 Tossicità cardiovascolare per alcuni antinfiammatori non steroidei

Non tutti i FANS sono uguali
Un ampio studio di revisione della letteratura scientifica pubblicato online sulla rivista  PLoS Medicine ha evidenziato che alcuni FANS sono frequentemente associati con un significativo aumento del rischio cardiovascolare: il diclofenac, a seconda degli studi, aumenta il rischio di eventi cardiovascolari dal 38 al 63%, percentuale simile a quella del rofecoxib a suo tempo ritirato dal commercio proprio per la tossicità cardiovascolare. Pertanto gli Autori suggeriscono che il diclofenac ... (Continua)

04/04/2013 Vita più lunga grazie agli acidi grassi omega 3

Il pesce allunga la vita agli anziani
Mangiare pesce allunga la vita, anche quando si è già anziani. A dirlo è uno studio pubblicato su Annals of Internal Medicine da un gruppo di ricerca della Harvard School of Public Health e dalla Washington University.
Secondo lo studio, il consumo regolare di pesce, in una quantità pari ad almeno due porzioni a settimana, garantirebbe un allungamento della vita di 2,2 anni: “gli anziani con maggiori quantità di acidi grassi omega 3 nel sangue, presenti soprattutto nei pesci grassi, vivono ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale