Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 629

Risultati da 231 a 240 DI 629

15/02/2014 Effetti negativi anche dal fumo passivo

Col fumo anche la salute mentale è a rischio
Il fumo non fa male soltanto al fisico, ma può indurre anche problemi di natura mentale. Una ricerca pubblicata sul Journal of Psychological Medicine da un team della Washington University School of Medicine ha sottolineato infatti i vantaggi per la nostra salute mentale derivanti dalla decisione di smettere di fumare.
La prima autrice dello studio, Patricia Cavazos-Rehg, commenta: “i clinici tendono a soprassedere sulle abitudini al fumo dei pazienti, e a trattare come casi a sé patologie ... (Continua)

08/02/2014 10:36:19 Rischio cardiovascolare dimezzato grazie al farmaco
Degarelix per il cuore nei pazienti con cancro prostatico
Il farmaco Degarelix sembra in grado di dimezzare il rischio di eventi cardiovascolari e la mortalità nei pazienti affetti da tumore alla prostata e con problemi cardiaci pre-esistenti. A dirlo è uno studio pubblicato su European Urology, che mostra come l'inibitore dei recettori degli ormoni di rilascio delle gonadotropine (GnRH) abbia un effetto superiore rispetto agli agonisti dell'ormone di rilascio dell'ormone luteinizzante (LHRH), prescritti di solito in questi casi.
La revisione ha ... (Continua)
07/02/2014 11:34:00 L'alta quota potrebbe causare sanguinamenti cerebrali

Due test per allontanare l'edema cerebrale da altitudine
Ora è possibile prevedere il rischio di mal di montagna che alcune persone corrono. Con questa espressione si fa riferimento alla possibilità di insorgenza dell'edema cerebrale da altitudine (Hace), una condizione molto grave che può colpire gli scalatori e in genere chi si trova spesso a quote superiori ai 2300 metri.
Un gruppo di ricerca italo-francese ha messo a punto due semplici test che puntano a scoprire in anticipo chi è più suscettibile al mal di montagna e quindi avrebbe bisogno ... (Continua)

03/02/2014 16:12:56 Rischio alto anche senza ipercortisolismo
Il rischio cardiovascolare nei pazienti con incidentalomi
I pazienti affetti da incidentalomi surrenalici mostrano un rischio cardiovascolare elevato anche in assenza di evidenti segni clinici di ipercortisolismo. Lo dice uno studio italiano pubblicato su The Lancet Diabetes & Endocrinology.
Grazie all'uso dell'imaging addominale è aumentata negli ultimi anni l'incidenza degli incidentalomi. Si tratta di neoformazioni che si sviluppano su uno o entrambi i surreni e non danno segni clinici. Vengono scoperti per caso, incidentalmente appunto, ma la ... (Continua)
03/02/2014 15:19:35 Cinque pratiche inutili e costose
Le procedure da evitare in nefrologia
Nell'ambito del programma Choosing Wisely (Scegliere con saggezza), l'American Society of Nephrology – l'associazione che riunisce i nefrologi statunitensi – ha proposto una lista di cinque pratiche da evitare.

1)Evitare gli screening di routine per la ricerca di tumori in pazienti in dialisi in assenza di segni che ne indichino la presenza. I tassi di sopravvivenza non migliorano e si può dar luogo a falsi positivi che conducono a loro volta a sovratrattamenti e a diagnosi ... (Continua)
30/01/2014 Torna l'iniziativa organizzata dall'Airc

Le arance della salute per battere il cancro
Sabato 31 gennaio torna l’appuntamento con le “Arance della Salute”, scelte dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro come simbolo dell’alimentazione sana e protettiva. Ventimila volontari, affiancati in molti casi dai ricercatori, distribuiscono in duemila piazze 330mila reticelle contenenti 2,5 kg di arance rosse. Con un contributo minimo di 9 euro è possibile sostenere concretamente il lavoro dei ricercatori e portare a casa un pieno di vitamine.
È ormai noto che le arance ... (Continua)

28/01/2014 11:51:31 Livelli elevati nell'adolescenza abbassano il rischio in età adulta

La capacità aerobica riduce il rischio di infarto
Praticare tanto sport durante l'adolescenza ha dei vantaggi indubitabili che si riflettono anche nel fisico diventato adulto. A dirlo è una ricerca pubblicata sullo European Heart Journal da un team dell'Università di Umeå in Svezia, che segnala l'abbassamento del rischio cardiaco in presenza di elevati livelli di capacità fisica aerobica nell'adolescenza.
Il coordinatore della ricerca Peter Nordström commenta: “per ogni deviazione standard (Sd) di aumento del carico aerobico le probabilità ... (Continua)

27/01/2014 15:19:07 Abitudine positiva soprattutto per chi soffre di ipertensione mascherata

Misurare la pressione a casa riduce i rischi
C'è una folta categoria di ipertesi che soffre di ipertensione mascherata. Mentre da un controllo in ambulatorio la pressione risulta normale, a casa invece i valori salgono. Per questo, secondo uno studio pubblicato su Plos Medicine, sarebbe meglio adottare l'automisurazione a domicilio della pressione arteriosa (BP) per ridurre i rischi.
L'analisi, condotta da Jan Staessen dell'Università di Lovanio in Belgio, è stata svolta su oltre 5mila pazienti, dei quali 522 sono morti nel corso del ... (Continua)

21/01/2014 Nessuna evidenza scientifica legata al regime alimentare

La bufala della dieta del gruppo sanguigno
Fra le varie, spesso sconclusionate diete che circolano in rete viene spesso citata quella del gruppo sanguigno. Uno studio pubblicato su Plos One ha certificato la totale assenza di basi scientifiche legate a questo regime alimentare che ha fatto tanti proseliti nel corso degli anni.
La dieta del gruppo sanguigno è un'idea del naturopata Peter D'Adamo e risale alla fine degli anni novanta. Questo tipo di alimentazione si basava sulla scoperta che le glicoproteine – elementi che ... (Continua)

17/01/2014 12:45:00 Problemi cardiovascolari con la sua assunzione

Osteoporosi, no al ranelato di stronzio
L'Agenzia europea del farmaco ha raccomandato la sospensione dell'uso del ranelato di stronzio per la cura dell'osteoporosi. La raccomandazione viene dal Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac) dell'Ema ed è in relazione con il rischio di problemi cardiaci connesso all'utilizzo del medicinale.
“Il Prac – si spiega in una nota dell'Ema - ha condotto una revisione approfondita prendendo in considerazione i dati disponibili sui benefici e sui rischi del medicinale”, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale