Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 630

Risultati da 371 a 380 DI 630

28/01/2011 Allarme smog, le raccomandazioni contro le malattie respiratorie
Lo smog causa malattie respiratorie nei bambini
Asma, riniti allergiche, tosse secca e dispnea sono causati dall'inquinamento atmosferico e non solo acuiti dai fumi cittadini.
Si conclude oggi il 14° Congresso Internazionale sulle malattie respiratorie promosso dalla Asl 22 Veneto. Particolare attenzione è stata data alla questione inquinamento: “Le PM10 provocano effetti nel breve e nel lungo termine: da una semplice infiammazione può svilupparsi una bronchite cronica”.
Il Congresso Internazionale è stato dedicato all’“Asma ... (Continua)
26/01/2011 Spesso la causa è nella mente, che condiziona il recupero fisico

Kinesiophobia, la paura di muoversi per il dolore
Diverse alterazioni emotivo-cognitive possono influenzare negativamente la ripresa della vita quotidiana in seguito a una caduta, una patologia o un intervento. Misurare il livello di kinesiophobia, ovvero la paura del movimento legata al dolore, in chi soffre di dolori persistenti permette al medico specialista in Medicina Riabilitativa di scegliere la terapia più adatta al singolo paziente.
Ansia, depressione, pensieri catastrofici e paura di non guarire; iperattività o, al contrario, ... (Continua)

26/01/2011 La paura di ragni e serpenti ci viene indotta dall'esterno

Le fobie non sono innate, i bimbi le apprendono dai genitori
Vacilla la supposizione che gli esseri umani, già da piccolissimi, abbiano un'innata paura verso ragni, serpenti e altri animali pericolosi.
L'aracnofobia e il terrore dei serpenti non sarebbero connaturate in ognuno di noi, ma apprese durante i primi anni di vita, sono i genitori a trasmetterle involontariamente ai figli.
A sostenere questa tesi è uno studio pubblicato sulla rivista Current Direction in Psychological Science in cui sono stati riportati i risultati di una ricerca ... (Continua)

14/01/2011 Due nuovi studi offrono un approccio semplice per superare bene gli esami

Ansia da esame, scriverne aiuta a scacciarla
Avete seri problemi di ansia quando dovete affrontare un esame importante?
Alcuni ricercatori delle Università del Colorado e di Chicago suggeriscono un modo semplice per ridurre lo stress: scrivere qualche riga riguardo le proprie emozioni prima di affrontare un test impegnativo.
Nell'Università del Colorado un team ha messo a punto un esercizio di scrittura che si è dimostrato particolarmente efficace su ragazze che frequentano il college e seguono un corso di fisica, un corso che ... (Continua)

11/01/2011 Il regime alimentare delle coppie pregiudicato dall'arrivo dei figli

L'alimentazione è migliore se non si hanno figli
Uno studio britannico associa l'arrivo di un figlio a un peggioramento delle abitudini alimentari dei genitori. Si tratta di una ricerca dell'Università di Reading pubblicata sulla rivista European Review of Agricultural Economics, in base alla quale oltre a una serie di fattori esterni come l'età, le condizioni socio-economiche e altro, anche la presenza di bambini in famiglia determinerebbe un abbassamento della qualità nell'alimentazione quotidiana.
I ricercatori inglesi hanno ... (Continua)

11/01/2011 L'approccio verbale alla malattia e a un intervento può rivelarsi fondamentale

Comunicazione al paziente, le scelte migliori
Quando si è prossimi a un intervento chirurgico è importante che il medico possa interagire nel migliore dei modi con il paziente, informandolo in maniera corretta e completa ed evitando gli errori più comuni. Del resto, la comunicazione nei confronti del paziente è argomento delicato per eccellenza e non sempre i medici ne hanno una giusta padronanza. Ad esempio, nel caso di pazienti terminali è stata adottata da tempo una prassi specifica, il protocollo SPIKES, ... (Continua)

10/01/2011 I pediatri mettono in guardia dall'uso dei mucolitici al di sotto dei due anni

Per i bambini più piccoli meglio evitare i mucolitici
I genitori dovrebbero astenersi dal somministrare mucolitici a bambini al di sotto dei due anni. È la raccomandazione che emerge da una nota della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS), la quale suggerisce appunto di “evitare l'uso di farmaci mucolitici nei bambini al di sotto dei due anni d'età, in presenza di sintomi di raffreddore e tosse".
I pediatri hanno pubblicato la nota sulla base di un'analisi condotta dall'Agenzia del farmaco che ha preso in esame una serie ... (Continua)

22/12/2010 Più vicini a terapie mirate contro il killer silente
Tumore ovarico, un gene per capirne la genesi
I ricercatori del Laboratorio di Genetica Umana del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze Molecolari dell’Università dell’Insubria, guidati da Roberto Taramelli, ordinario di Genetica umana alla Facoltà di Scienze Varese, hanno isolato un gene che contribuisce a chiarire il processo che sottende la genesi del tumore ovarico, uno dei tumori più letali e per molti versi considerato misterioso dagli studiosi.
Le ricerche hanno evidenziato che questo gene induce il reclutamento di ... (Continua)
13/12/2010 I segni che le sigarette producono sulla pelle sono un deterrente per le donne

Fumo, i danni alla pelle convincono a smettere
Quando si dice la potenza delle immagini. Stando ai risultati di una ricerca pubblicata sul British Journal of Health Psychology, di fronte all'evidenza dei danni provocati dalle sigarette sulla pelle – secchezza, rugosità, colorito pallido e giallastro –, le donne sono spinte ad astenersi dal fumo. Gli psicologi della Staffordshire University hanno coinvolto un gruppo di 47 donne dai 18 ai 34 anni, sottoponendo loro una serie di immagini che ricostruivano l'aspetto delle stesse in un prossimo ... (Continua)

03/12/2010 10:39:28 Possibile la diagnosi prenatale dal 2° mese di gestazione

Arriva la celocentesi, e la talassemia mette meno paura
Per le coppie a rischio di avere un figlio affetto da talassemia arriva una nuova tecnica di diagnosi prenatale, la celocentesi, che permette di sapere, già dal 2° mese di gravidanza, lo stato di salute del feto. E la nuova metodica, messa a punto a Palermo, in futuro potrebbe essere usata anche per la Sindrome di Down e la Fibrosi Cistica.
Questo risultato è stato reso possibile dalla collaborazione tra l’Ospedale V. Cervello di Palermo, con un’equipe guidata da Aurelio Maggio, direttore di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale