Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 175

Risultati da 1 a 10 DI 175

10/12/2014 12:25:00 Rileva i primi sintomi di una crisi

Un braccialetto per l'epilessia
Predire l'arrivo di una crisi epilettica grazie a un braccialetto. È l'idea messa in campo dalla startup Empatica, che ha realizzato un braccialetto pensato per le persone che soffrono di epilessia, ma in grado anche di individuare un picco nel livello di stress.
La superficie del braccialetto è caratterizzata da un anello che si illumina per segnalare l'orario, il livello di stress e l'eventuale attività convulsiva, in modo tale che il soggetto possa avvertire in tempo amici o familiari ... (Continua)

20/11/2014 17:42:24 Possibili nuovi approcci terapeutici innovativi

Ipertensione legata al sistema immunitario
Un nuovo meccanismo molecolare coinvolto nell’ipertensione arteriosa è stato scoperto dai ricercatori del Dipartimento di Angiocardioneurologia dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS).
Pubblicato sul prestigioso giornale scientifico “Immunity”, appartenente al gruppo Cell press, lo studio ha puntato la sua attenzione su una proteina, il Fattore di crescita placentare (PlGF, nella denominazione inglese) che, secondo i risultati della ricerca, potrebbe diventare un nuovo bersaglio per ... (Continua)

31/10/2014 14:51:00 Diverse ricerche puntano a una diagnosi più veloce

Un'analisi del sangue per scoprire l'Alzheimer
La diagnosi dell'Alzheimer potrebbe presto andare incontro a un'evoluzione. Un team di ricerca dell'Università di Melbourne ha messo a punto un sistema di diagnosi del morbo di Alzheimer basato sull'analisi del sangue. Il test avrebbe un'efficacia pari al 91 per cento.
Gli scienziati australiani hanno studiato i geni noti come microRNA in piccoli insiemi detti exosomi nell'organismo di pazienti affetti da Alzheimer, paragonandoli con quelli dei soggetti sani.
Il primo autore della ... (Continua)

31/10/2014 09:33:00 Gli alimenti da prediligere e quelli da evitare

Prevenire l'ictus con l'alimentazione
L'ictus è un fenomeno in continuo aumento a causa degli stili di vita errati che conduciamo, in particolare per ciò che riguarda l'alimentazione. Oltre 4000 persone ogni anno in Italia vengono colpite da ictus, e il 40 per cento dei decessi totali è da attribuirsi a cause di natura cardiovascolare. Per questo è fondamentale la prevenzione, agendo innanzitutto sull'alimentazione.
Si concentrano su questo aspetto le nuove linee guida emanate dall'American Heart Association e dall'American ... (Continua)

23/10/2014 11:41:06 È un meccanismo molecolare che media la morte neuronale.
Scoperta la causa del Parkinson giovanile
È una mutazione specifica a causare il Parkinson in età giovanile e un team di ricercatori italiani ne ha scoperto la natura.
Tremori, rigidità muscolare e difficoltà a controllare il proprio corpo sono alcuni dei sintomi del Parkinson, che ha un’età media di esordio intorno ai 60 anni ma a volte può manifestarsi anche prima dei 40.
I ricercatori dell’Istituto di neuroscienze (In-Cnr) di Milano, coordinati da Maria Passafaro, in collaborazione con colleghi dell’Istituto auxologico ... (Continua)
16/10/2014 15:23:35 Ricercatori italiani puntano sulle microvescicole

Nuova scoperta per la diagnosi precoce dell'Alzheimer
Nel liquido cerebrospinale delle persone che svilupperanno l'Alzheimer ci sono livelli elevati di particolari microvescicole. Lo hanno scoperto alcuni ricercatori italiani dell'Istituto di Neurologia sperimentale diretto da Giancarlo Comi presso l'Ospedale San Raffaele di Milano.
I medici hanno scovato quindi una nuova spia per la diagnosi e la prognosi della patologia neurodegenerativa che colpisce oltre 700mila persone in Italia.
Lo studio è stato realizzato da Roberto Furlan e ... (Continua)

09/10/2014 15:15:00 Il punto della situazione del prof. Giancarlo Comi
Novità sulle terapie nella sclerosi multipla
Sulla sclerosi multipla si concentra sempre l'interesse di molti nella speranza di intravvedere una possibilità di cura per sé o per i propri cari. Delle ultime novità in ambito terapeutico discusse nel corso del congresso della SIN (Società Italiana di Neurologia) ce ne parla il prof. Giancarlo Comi, Past President SIN e Direttore Dipartimento Neurologico e Istituto di Neurologia Sperimentale Università Vita-Salute, Ospedale San Raffaele di Milano.
“Il Congresso di quest’anno vede un ... (Continua)
08/10/2014 15:15:00 Il punto del prof. Aldo Quattrone

Diagnosi portatile per il Parkinson
Il Parkinson si combatte meglio se si riesce a individuarlo precocemente. Il prof. Aldo Quattrone, presidente della SIN (Società Italiana di Neurologia), Direttore della Clinica Neurologica dell’Università di Catanzaro e della Unità di Ricerca “Neuroimmagini” del CNR, fa il punto della situazione in tal senso.
“Mai come nel caso della malattia di Parkinson, prevenire è meglio che curare. Infatti, quando compaiono i primi sintomi è già tardi per bloccare la malattia, poiché sono già morte ... (Continua)

04/10/2014 14:10:00 Massima personalizzazione del trattamento per avere più risultati

Ictus, il segreto del recupero sta nelle terapie mirate
Uno studio italiano pubblicato sulla rivista Nature Reviews Neurology pone l'accento sulla personalizzazione delle terapie come contrasto ai danni provocati da un ictus. Il lavoro dei medici del Campus Bio-Medico di Roma getta le basi per la messa a punto di tecniche di stimolazione cerebrale transcranica più efficaci.
Il segreto sta appunto nell'estrema personalizzazione di queste terapie, differenziando gli interventi in base al grado di danno cerebrale.
Il dott. Giovanni Di Pino, primo ... (Continua)

01/10/2014 11:45:00 Rischi seri per chi comincia durante l'adolescenza

I danni della marijuana sui più giovani
La marijuana provoca danni importanti ai ragazzi che ne fanno uso prima dei 17 anni. Le probabilità di completare il liceo o l'università si riducono del 60 per cento rispetto ai coetanei che non fanno uso della sostanza e aumentano i rischi di tentato suicidio e di abuso di altre sostanze illecite.
Lo rivela uno studio pubblicato su Lancet Psychiatry da un team del National Drug and Alcohol Research Centre presso l'Università di New South Wales di Sydney.
Il dott. Richard Mattick, che ha ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale