Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Alzheimer, l'orexina aumenta il declino cognitivo

L'iperespressione del sistema orexinergico è legata ai problemi di sonno

Morbo di Alzheimer_8165.jpg

In chi è affetto da Alzheimer si registra un aumento nei livelli di orexina nel liquido cerebrospinale. Ciò sembra provocare problemi di sonno legati a loro volta a un'accelerazione del declino cognitivo.
Sono i risultati di uno studio condotto dall'UniversitĂ  Tor Vergata di Roma e pubblicato su Jama Neurology.
Il primo autore dell'articolo, Carlo Liguori, spiega: “l’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa caratterizzata da una progressiva perdita di memoria e da un declino cognitivo spesso complicato da disturbi del riposo notturno”.
L'orexina-A è un neuropeptide secreto dai neuroni dell'ipotalamo laterale ed è coinvolto nella regolazione del ciclo sonno-veglia. Ha il compito di aumentare l'eccitazione e permettere così di mantenersi svegli.
I ricercatori romani hanno misurato i livelli di orexina nel liquido cefalorachidiano di pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Alzheimer, orexina, declino,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicitŕ su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 26928 volte