Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Come prevenire l’anemia emolitica dei neonati

Effettuare la terapia dopo la ventottesima settimana

Somministrare immunoglobuline anti-D alle gestanti Rh-negative con feto Rh-positivo evita l’anemia emolitica nei neonati (Men). La prevenzione risulta più efficace se la profilassi viene effettuata tra la ventottesima e la trentesima settimana, piuttosto che dopo il parto. Lo dice uno studio svedese pubblicato sulla rivista Acta Obstetricia et Gynecologica Scandinavica. In caso di incompatibilità tra il gruppo RhD della madre (Rh-negativo) e quello del bambino (Rh-positivo), il neonato può andare incontro ad anemia emolitica, una patologia caratterizzata dalla distruzione dei globuli rossi fetali da parte degli anticorpi materni. Prove scientifiche indicano che a partire dalla sua introduzione - negli anni sessanta - la profilassi anti-D post-partum ha abbassato i casi di anemia emolitica dal 13% all’1%. E per i paesi che la offrono di routine durante il periodo gestazionale, come Canada e ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | anemia, emolitica, RhD-negative, RhD-positivi,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 46906 volte