Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Varianti genetiche favoriscono il cancro alla prostata

Ricerca italo-americana indaga il ruolo del Dna nell'insorgenza della malattia

Tumore alla prostata_1011.jpg

Due alterazioni genetiche rendono più probabile lo sviluppo di un cancro alla prostata, e soprattutto lo rendono più aggressivo. La scoperta è merito del lavoro della ricercatrice italiana Francesca Demichelis del Cibio (Centro interdipartimentale per la biologia integrata) dell'Università di Trento, che si è avvalsa della collaborazione di alcuni colleghi americani della Cornell University.
Lo studio, pubblicato su Pnas, si è concentrato sul nesso fra patrimonio genetico e probabilità di insorgenza della patologia, rivelando come l'esistenza di due alterazioni di origine ereditaria del genoma, verificabili in circa l'1,5 per cento della popolazione, determini un aumento del rischio della malattia superiore anche di tre o quattro volte rispetto al normale.
La prima variazione riguarda il funzionamento di un gene già noto, mentre l'altra è stata scovata in un'area non codificante ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | prostata, tumore, Dna,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 26898 volte