Stampa la pagina | Close Window

Algodistrofia del piede

Stampato da: www.italiasalute.it
Categoria: Ortopedia
Nome del Forum: Medico: dott. Perrone
Descrizione del forum: trasferito su www.Okmedicina.it
URL: http://www.italiasalute.it/forum/forum_posts.asp?TID=8598
Data di Stampa: 25 Ottobre 2014 alle 04:44
Versione del Software : Web Wiz Forums 8.04 - http://www.webwizforums.com


Topic: Algodistrofia del piede
Postato da: totem
soggetto: Algodistrofia del piede
Postato in data: 24 Gennaio 2011 alle 21:51
Buonasera Dottore,
Le chiedo un consiglio per mia moglie che in seguito ad un intervento per "piede cavo valgo pronato" con "artrodesi della sottoastragalica mediante vite metallica astragalo calcaneale". A distanza di quasi 8 mesi zoppica ancora per un forte dolore al piede e, da un altro medico, le è stata diagnosticata un'algodistrofia mentre il chirurgo che l'ha operata afferma che le lastre non rilevano anomalie e l'operazione da parte sua è correttamente riuscita. Lui insiste che l'unica terapia consiste nel camminare molto per ridurre anche il propoagarsi dell'osteoporosi dovuta all'immobilità iniziale.
Il dolore è costituito da un bruciore insopportabile quando il piede viene piegato verso l'interno. Nelle altre direzioni non avverte dolore.
E' possibile che l'algodistrofia possa causare tutto questo ed in questo caso perchè si presenta e si può curare o necessita di ulteriori interventi chirurgici ?
Grazie mille per un suo consiglio
Marco



Risposte:
Postato da: drperrone
Postato in data: 01 Febbraio 2011 alle 15:54
L'algodistrofia del piede si caratterizza per il piege gonfio, arrossato, dolente in modo diffuso. Invece, sua moglie avverte dolore solo se il piede si piega in una direzione. Non ho elementi sufficienti per poterla aiutare. Valuti una cura fisioterapica.
Distinti saluti.


-------------
Dr Vinicio Perrone
Spec.Ortopedia Traumatologia
Chirurgia vertebrale e protesica(anca,ginocchio, mano)
Riceve Nardò,Matino,Sannicola,Mesagne,Manduria,Lecce
cell 3470028688
WWW.vinicioperrone.com


Postato da: totem
Postato in data: 01 Febbraio 2011 alle 22:57
Buonasera Dott.Perrone,
la ringrazio per la sua segnalazione.
In effetti siamo tornati per l'ennesima volta dal chirurgo che l'ha operata e ci sembra che non sappia più cosa consigliare.
Il dolore è fortissimo lateralmente nel punto in cui è presente la ferita (dove è stato "scalpellato" l'osso) solo se si preme con il dito oppure se il piede viene ruotato verso l'interno.
Il medico dice che potrebbe risolvere il problema il blocco di un'ulteriore articolazione (che serve poco per la rotazione del piede ma per lo più  per ammortizzare), in pratica una doppia artrodesi.
Ci sembrano solo tentativi ed ovviamente non c'è più fiducia nel suo operato.



Stampa la pagina | Close Window

Bulletin Board Software by Web Wiz Forums version 8.04 - http://www.webwizforums.com
Copyright ©2001-2006 Web Wiz Guide - http://www.webwizguide.info