COLITE Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Colite

Sintomi

Diagnosi

Terapia

 
Cura emorroidi

Affezione infiammatoria acuta o cronica del colon. Può essere provocata da intossicazioni esogene (sostanze alimentari guaste, enterotossine, ecc.), intossicazioni endogene (uremia, diabete, gotta), infezioni batteriche, virali e parassitarie o alterazioni funzionali per squilibrio neurovegetativo; inoltre può essere di natura allergica (allergeni alimentari, tossine batteriche o di natura infiammatoria cronica (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn).

Sintomi

La c. acuta, provocata da tossinfezioni alimentari, gravi errori dietetici o antibioticoterapia che favoriscono la distruzione della flora intestinale, etc, inizia bruscamente con dolori addominali crampiformi e violenti, emissione di feci liquide, nausea, vomito, febbre modesta, polso frequente e spossatezza. Raramente questa forma può assumere anche un andamento grave, con dolori addominali intensi, febbre elevata, sete intensa, oliguria, ipotensione e astenia. La c. cronica decorre con sintomi più lievi e si presenta con aspetti vari di stipsi o diarrea. Febbre

Diagnosi

La colite acuta può colpire soggetti di ogni età. La c. ischemica colpisce soprattutto gli anziani per l'alta incidenza di malattie vascolari in questa fascia di età. Una forma particolarmente grave è la c. pseudomembranosa, di cui è responsabile un germe produttore di una tossina, il Clostridium difficile, e che si manifesta nei soggetti sottoposti a terapia antibiotica in seguito alle alterazioni della flora intestinale prodotte da questo tipo di farmaci. La diarrea è il sintomo cardine ma possono comparire gravi quadri di tossicità diffusa. Quasi tutti gli antibiotici possono esserne responsabili e nella maggior parte dei pazienti i sintomi appaiono dopo 4-10 giorni dall'inizio della terapia antibiotica. Il trattamento di questa forma di c. richiede innanzitutto la sospensione dell'antibiotico, presidio questo che è sufficiente in molti casi a risolvere il quadro. Altrimenti si impiega un farmaco specifico contro il Clostridium difficile, come la vancomicina. La c. segmentaria è una c. ad andamento acuto o cronico, nella quale la flogosi interessa solo una porzione di intestino. Le c. segmentarie sono provocate da anomalie locali; la loro insorgenza, inoltre, può essere favorita dall'esistenza di processi aderenziali o infiammatori propagatisi dagli organi vicini. La c. spastica (o colon irritabile) è caratterizzata da disturbi addominali vaghi, dolori lungo il decorso del colon, stipsi ostinata, borborigmi, meteorismo e, talora, episodi diarroici. La c. ulcerosa aspecifica è una grave forma di c. a eziologia ancora ignota, a decorso cronico con periodi più o meno frequenti di riacutizzazione durante i quali la sintomatologia è rappresentata da febbre molto elevata, diarree con feci liquide contenenti sangue vivo e muco (alternata a periodi di stipsi), dolore addominale e tenesmo.

Terapia

Per le forme acute senza febbre, dovute ad alimenti guasti o a tossine, la terapia è solo di supporto (bere molti liquidi preferibilmente te perchè ricco di potassio, evitare le verdure, mangiare poco per tenere l'intestino a riposo, reintegrare la flora batterica con preparati appositi). La colite acuta in genere si autolimita in uno o due giorni. Se compare febbre o dolori addominali intensi e specialmente se le feci assumono caratteristiche muco-ematiche sono necessari antibiotici con azione specifica su batteri gram negativi ed anaerobi (fluorochinolonici, metronidazolo). Per le coliti da intolleranza alimentare è indispensabile l'identificazione dell'alimento causa di intolleranza e la sua eliminazione dalla dieta. le coliti infiammatorie croniche (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn) si avvalgono di terapie specifiche che comprendono in associazione, antibiotici, mesalazina, cortisonici ed anche nei casi più gravi, immunosoppressori o terapia chirurgica.

Il latte materno riduce l'infiammazione intestinale

Il latte materno riduce l'infiammazione intestinaleNon assumerlo da neonati espone a maggiori rischi

Fra i vari vantaggi del latte materno c'è anche la riduzione del rischio di soffrire da adulti di infiammazione intestinale. A dirlo è una ricerca presentata dall'Università del Kentucky sulla rivista Pnas nella [...]

A dieta di FODMAP per non soffrire di colite

A dieta di FODMAP per non soffrire di coliteQuesta classe di alimenti riveste un ruolo fondamentale nel disturbo

La colite può essere superata eliminando o riducendo di molto il consumo dei FODMAP. Cosa si intende con questa sigla? In sostanza alcune classi di alimenti che danno origine all'acronimo, ovvero “fermentabili”, [...]

L'attività fisica riduce il rischio del morbo di Crohn

L'attività fisica riduce il rischio del morbo di CrohnInefficace invece per la colite ulcerosa

Fare sport aiuta a ridurre il rischio di insorgenza del morbo di Crohn, anche se risulta inefficace nella prevenzione della colite ulcerosa. A dirlo è una ricerca condotta da un team del Massachusetts General [...]

Vedolizumab, nuova risorsa contro la malattia di Crohn

Farmaco valido anche in caso di colite ulcerosa

Sembra ormai in dirittura d'arrivo il percorso che può portare il farmaco vedolizumab all'immissione in commercio. L'azienda produttrice, la giapponese Takeda, ha infatti annunciato di aver presentato una richiesta presso l'Agenzia europea del farmaco, l'Ema.
Vedolizumab [...]

Infiammazione intestinale causata da una mutazione genetica

Infiammazione intestinale causata da una mutazione geneticaRicerca si concentra sull'alterazione del gene GUCY2C

È una mutazione genetica a rendere più probabile l'insorgenza di infiammazioni intestinali, diarrea cronica, colite e altre patologie a carico dell'intestino. La scoperta è frutto del lavoro di un team [...]

Colite ko grazie alla mela

Colite ko grazie alla melaI polifenoli della buccia producono un effetto protettivo

Per chi soffre di colite la soluzione o comunque un rimedio utile per alleviare i propri disturbi potrebbe essere più facile del previsto. Secondo una ricerca americana della Montana State University, i polifenoli contenuti nella buccia [...]

Sulla colite ulcerosa l'azione di infliximab

Sperimentazione sottolinea i vantaggi rispetto alla terapia standard

I dati di un nuovo studio dimostrano che i pazienti affetti da colite ulcerosa, da moderata a grave, che non hanno risposto al trattamento con corticosteroidi, hanno una possibilità maggiore di ottenere la remissione in assenza di steroidi quando trattati con la terapia di associazione con infliximab e [...]

Trattamento a base di vermi per la colite

Uno studio suggerisce una terapia schock per l'infiammazione

Un approccio a dir poco empirico quello adottato da un trentaquattrenne tormentato dalla colite ulcerosa. L'uomo, di origine statunitense, ha ingerito una manciata di vermi della specie Trichuris trichiura convinto che potessero alleviare i sintomi dell'infiammazione intestinale. In effetti, per tre anni [...]

Individuati i geni correlati alla colite ulcerosa

La colite ulcerosa cronica potrebbe essere dovuta, perlomeno in parte, all'azione di numerosi geni presenti su tre diversi cromosomi. Questo spiegherebbe anche perché questa fastidiosa malattia colpisca spesso persone appartenenti alla stessa famiglia.
Un gruppo internazionale di ricercatori, [...]

Come affrontare la colite

Come affrontare la colite

Con il termine “colite” si intende l’infiammazione dell’ultimo tratto dell’intestino, il colon appunto. Spesso questa malattia è però mal definita nella sua [...]

Efficace farmaco per la sindrome dell'intestino irritabile

La sindrome dell’intestino irritabile con costipazione (IBS-C) è un disturbo cronico con ricorrente alterazione della motilità, caratterizzato da sintomi multipli di discomfort e dolori addominali, sensazione di gonfiore e costipazione (4,5,6). Un ruolo fondamentale nello svolgimento [...]

Alcol e carne rossa accrescono le recidive della colite

Una dieta ricca di alcol e carne rossa può triplicare il rischio di ricadute nei pazienti con colite ulcerosa.
A sostenerlo sono i medici dell'University of Newcastle dopo aver monitorato 183 uomini e donne britannici con malattia infiammatorie dell'intestino. È stato osservato che [...]

Un gene alla base delle infiammazioni intestinali

Un gene sarebbe all’origine di malattie croniche come il morbo di Chron e la colite ulcerosa che colpiscono l’intestino determinandone l’infiammazione.
La scoperta, pubblicata sulla rivista 'Proceedings of the National Academy of Sciences' , è merito dei ricercatori italiani, coordinati [...]

Nuovo farmaco per la colite

Merito di ricercatori italiani il nuovo farmaco per la colite che, sperimentato nei topi ha avuto successo contro la colite. Si tratta di un derivato del prednisolone, che produce ossido nitrico (ON) libero, chiamato 'NCX-1015' e intensifica l'azione protettiva dei globuli bianchi intestinali. Lo studio e' stato [...]

Colite/2

Trattiamo adesso quelle aspecifiche e/o idiopatiche.
Il primo caso è quello della colite pseudo-membranosa. La formazione di pseudo-membrane sulla mucosa colica è un evento aspecifico che può verificarsi in circostante molto variabili come l’intossicazione da mercurio, l’ischemia intestinale o la broncopolmonite, ma specialmente, [...]

La colite/1

Diciamo subito che non si è in presenza di colite - cioè infiammazione della mucosa del colon - in circostanze quali ad esempio scariche diarroiche saltuarie, magari connesse ad eventi stressanti. Si tratta, il più delle volte, infatti, di una banale sindrome del colon irritabile, che, per quanto fastidiosa, riconosce alla sua origine [...]

Forum

Partecipa! Domanda ai medici