ARTERIOSCLEROSI Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Arteriosclerosi

Sintomi

Diagnosi

Terapia

 
Chiedi al medico!

L'arteriosclerosi non è provocata da una causa specifica, ma è favorita da diversi fattori: tra questi il più importante sembra quello legato agli squilibri alimentari: infatti è maggiormente diffusa nei paesi industrializzati, in cui l'alimentazione è ricca di cibi e di grassi di origine animale: nella stessa Italia, l'arteriosclerosi è meno diffusa nel meridione, dove si fa un maggior uso di grassi vegetali.
Il colesterolo è un particolare tipo di grasso indispensabile al nostro organismo per numerose funzioni. Una parte del colesterolo necessaria viene prodotta dall'organismo stesso (soprattutto dal fegato), mentre un'altra parte viene introdotta ogni giorno con la dieta. La quantità di colesterolo presente nel sangue non dovrebbe superare, secondo gli studi più recenti, i 200 mg per 100 ml di sangue, anche se ci possono essere piccole differenze per questo valore in relazione all'età, sesso, razza. Si sa che esistono due "tipi" di colesterolo: uno "buono" chiamato "HDL" che svolge una funzione protettiva nei confronti dell'aterosclerosi, asportando il colesterolo "cattivo" (chiamato LDL o VLDL) dalle pareti delle arterie, come se fosse una sorta di "spazzino". Il colesterolo "cattivo", se presente in eccesso si deposita infatti sulla parete delle arterie, facendo loro perdere elasticità e formando una placca che con il tempo si ingrossa e impedisce il passaggio del sangue. Questo processo prende il nome di arterosclerosi e finisce con il provocare la sofferenza di organi di vitale importanza quali cuore, reni, cervello.

Sintomi

Diagnosi

L'arterosclerosi può cominciare a svilupparsi molto presto, già quando si è giovani, ma quasi sempre mancano sintomi evidenti: quando compaiono la malattia risulta in genere già in fase avanzata. Con un esame del sangue è possibile controllare il quantitativo di colesterolo presente. In particolare devono sottoporsi ad un regolare controllo: le persone i cui genitori abbiano malattie alle coronarie e alterazioni rilevanti nel contenuto di grassi nel sangue; pazienti con pressione del sangue elevata; diabetici; obesi; coloro che hanno meno di 60 anni e che presentano piccoli noduli di grasso a livello delle palpebre (xantelasmi).
Più precisamente i rischi per il cuore sono la comparsa di angina l'infarto. A livello del cervello l'arterosclerosi può provocare emorragie e trombosi (eventi spesso indicati con il nome di ictus); il rene può perdere la sua normale funzionalità.

Terapia

Fare del movimento: con una attività fisica regolare il colesterolo presente nel sangue tende a diminuire. Ridurre o abolire completamente il fumo. Tenere sotto controllo la pressione arteriosa. Eliminare il sovrappeso: se oltre al colesterolo, risulta alto anche il valore dei trigliceridi (che rappresentano un'altra forma con cui il grasso è presente nel nostro organismo) bisogna innanzitutto dimagrire e ridurre la quantità di alcolici, grassi animali e zucchero.
Seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo, riducendo i grassi di origine animale (burro, lardo, panna, pancetta) a favore degli oli vegetali, mangiando più carni magre (vitello, coniglio, pollo, tacchino) e pesce e meno carni grasse (maiale, anatra, frattaglie); mangiare più alimenti ricchi di amido (pane, pasta, ecc.) e meno formaggio grasso; mangiare più legumi, frutta e verdura e meno dolci. Per altre informazioni vedi scheda su Dieta a basso contenuto in colesterolo).
I farmaci che abbassano il colesterolo prescritti dal medico vanno assunti regolarmente seguendo le istruzioni ricevute. Prima di iniziarne l'impiego è bene tentare una riduzione del colesterolo con la sola dieta e l'esercizio fisico per un periodo di 6 mesi. Anche se si assumono farmaci per abbassare il colesterolo non bisogna perdere il controllo della dieta e smettere il regolare esercizio fisico.
I prodotti dietetici ricchi di olio di pesce possono essere utilizzati su consiglio del medico in presenza di elevati valori dei trigliceridi e quando la dieta non abbia dato risultato positivo. E' buona norma aumentare comunque il contenuto in pesce di mare nella propria alimentazione.
Non esistono dati sicuri circa l'utilità della lecitina di soia per ridurre il colesterolo nel sangue e pertanto la sua utilità è incerta.

I grassi polinsaturi riducono il colesterolo

I grassi polinsaturi riducono il colesteroloGli acidi contrastano l'effetto negativo dell'aumento di peso

Si può ingrassare senza veder aumentare i livelli di colesterolo. Una ricerca firmata da David Iggman dell'Università di Uppsala, in Svezia, rivela che gli acidi grassi polinsaturi hanno l'effetto di ridurre le [...]

Nuovo farmaco per abbassare il colesterolo

Nuovo farmaco per abbassare il colesteroloEvolocumab più efficace delle statine

Sarà presto disponibile un nuovo farmaco per la riduzione dei livelli di colesterolo. Si tratta di Evolocumab, che appartiene alla classe degli inibitori di PCSK9 e mostra di poter abbassare i livelli di colesterolo LDL [...]

Alirocumab riduce il colesterolo cattivo

Efficace nel caso in cui le statine non funzionino

Quando le statine non sono sufficienti a ridurre il colesterolo, l’anticorpo monoclonale anti pcsk9 Alirocumab può rivelarsi efficace. L’opzione è praticabile anche nei pazienti con ipercolesterolemia familiare eterozigote (HeFH).
A dimostrarlo sono 4 studi presentati nel corso [...]

Studio conferma l'efficacia della rosuvastatina

Studio conferma l'efficacia della rosuvastatinaRiduzione significativa di colesterolo Ldl e trigliceridi

Un nuovo studio presentato nel corso del Congresso della Società Europea di Cardiologia mostra l'efficacia della rosuvastatina per il trattamento dell'ipercolesterolemia.
Il sottostudio della metanalisi VOYAGER, [...]

Un componente del miele uccide il colesterolo buono

Un componente del miele uccide il colesterolo buonoScoperta funzione inedita del metilgliossale

Nel miele di Manuka, prodotto in Australia e Nuova Zelanda, c'è una sostanza chiamata metilgliossale (MG), già nota per le sue proprietà antibatteriche. Tuttavia, uno studio della Warwick Medical School firmato da [...]

Scoperta la causa alla base dell’aterosclerosi

Scoperta la causa alla base dell’aterosclerosiNuove strade per bloccare l’instabilità della placca aterosclerotica

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Verona svela i meccanismi che stanno alla base dell’aterosclerosi, le cui complicanze determinano patologie diffuse quali infarto del miocardio e ictus [...]

Aterosclerosi, fattori di rischio e come prevenirla

Meno diffusa al meridione grazie alla dieta mediterranea

L'aterosclerosi è un processo patologico che produce la formazione di una placca ('ateroma') all'interno della parete arteriosa. Tale placca, crescendo nel tempo, tende a provocare ostruzione rendendo difficoltoso il passaggio del sangue attraverso le arterie. Di conseguenza, una sofferenza acuta [...]

Per il colesterolo statine e altri farmaci ipolipemizzanti

L'associazione produce un effetto migliore nei pazienti a rischio

Per tutti quei pazienti a rischio che mostrano una scarsa risposta alle statine in termini di riduzione del colesterolo, è preferibile la prescrizione di statine a bassa potenza in associazione ad altri farmaci ipolipemizzanti.
Lo dice una revisione della Johns Hopkins University [...]

Le fragole riducono il colesterolo

Le fragole riducono il colesterolo

Il frutto migliora il profilo lipidico plasmatico

Mangiare fragole riduce i livelli di colesterolo nel sangue. A dirlo è uno studio dell'Università Politecnica di Ancona pubblicato sul Journal of [...]

Una nanoparticella scova le placche nelle arterie

Una nanoparticella scova le placche nelle arterie

Nuovo metodo per individuare le placche causate dall'aterosclerosi

Un team di ricerca della Case Western Reserve University ha messo a punto un nuovo tipo di nanoparticella in grado di individuare le [...]

Anche il colesterolo buono è cattivo

Anche il colesterolo buono è cattivo

Il ruolo dell’Hdl più complesso di quanto pensiamo

Non c’è da fidarsi neanche degli amici. È la morale che scaturisce da uno studio della Cleveland Clinic pubblicato su Nature Medicine. Secondo lo [...]

Aterosclerosi legata alle malattie autoimmuni

Aterosclerosi legata alle malattie autoimmuni

Nuova ricerca trova un nesso fra aterosclerosi e reazione autoimmune

Livelli troppo alti di colesterolo possono portare all'aterosclerosi, aumentando di conseguenza la probabilità di attacchi cardiaci e [...]

Aterosclerosi coronarica, meno rischi con placche più dense

Per il rischio cardiovascolare fondamentale non solo il volume

Nell'analisi della gravità di una malattia coronarica va preso in considerazione non solo il volume dei depositi di calcio nelle arterie del cuore, ma anche la loro densità. La densità delle placche risulta infatti inversamente associata al rischio cardiovascolare.
A dirlo è Michael [...]

L’olio di mais contro il colesterolo

L’olio di mais contro il colesterolo

Studio dimostra le proprietà di questo tipo di olio

Non è solo l’olio extravergine di oliva a meritare il plauso di nutrizionisti e ricercatori per le sue straordinarie qualità. Sembra che anche [...]

Ldl-Colesterolo o “colesterolo cattivo”

Nuovo metodo per una stima più accurata

In ambito clinico il cosiddetto “colesterolo cattivo”, cioè il colesterolo che nel sangue è associato alle lipoproteine a bassa denstà (LDL-C), è generalmente valutato non direttamente, ma il suo valore è ricavato utilizzando l’equazione di Friedewald. Secondo questa formula l’Ldl-C viene stimato come [...]

Le proprietà benefiche delle noci

Le proprietà benefiche delle noci

Rivelati effetti positivi della frutta secca su colesterolo e cuore

Le noci sono una risorsa di benessere importante per il nostro organismo. A dirlo è un team di scienziati riuniti in un simposio internazionale [...]

Inibitori diretti della renina

Non influenzano la progressione dell'aterosclerosi coronarica

Ipercolesterolemia rara, lomitapide verso l'approvazione

Espresso parere favorevole alla commercializzazione per la molecola

La ricetta per non far arrabbiare il cuore

Meno carne rossa, integratori e bevande zuccherine per la salute delle arterie

Una macchina per togliere il colesterolo

Ldl aferesi per il trattamento dell'ipercolesterolemia familiare

Il colesterolo associato ai batteri intestinali

Scoperta importante per lo sviluppo di nuovi farmaci

Un pecorino buono anche per il cuore

Ricercatori italiani mettono a punto un formaggio anti-colesterolo

Scoperta proteina che causa il colesterolo

La resistina responsabile degli alti livelli di colesterolo cattivo

Cadmio associato all'arteriosclerosi

Ricerca sottolinea il rischio dell'esposizione al metallo per le donne anziane

Nuova tecnica mininvasiva per operazioni al cuore

Eccezionale intervento presso l'Azienda Ospedaliera di Padova

Farmaci a orologeria contro l'aterosclerosi

L'indurimento delle arterie si potrà combattere con una terapia ultra-specifica

Il colesterolo Hdl non è poi tanto buono

Ricerca intacca il mito dell'Hdl nella prevenzione dell'infarto

Proteina aumenta il colesterolo in presenza di parodontite

CD36 ha un effetto negativo sui livelli di colesterolo cattivo

Il cuore delle donne a rischio per le bibite

Studio svela gli effetti negativi delle bevande dolci sulle donne

Aterosclerosi, il ruolo dei macrofagi

Il loro accumulo favorisce la reazione infiammatoria

Colesterolo alto? Il segreto è la carne magra

I livelli di colesterolo diminuiscono con una dieta a base di carne magra

Statine, solo benefici e nessun effetto collaterale

Studio smentisce i timori sulle possibili conseguenze a lungo termine

La SP-B, una proteina nel sangue dei fumatori

Una vera causa o solo un marcatore di malattie cardiovascolari?

Mangiare soia per ridurre l'aterosclerosi

Effetto benefico legato alla presenza degli isoflavoni

L'arteriosclerosi studiata in 3D

Novità tecnologiche per l'analisi delle malattie cardiovascolari

Attenti all'anello che non esce dal dito

Non trascurare nessun segno, anche se piccolo

Arriva il colesterolo ultra-cattivo

Ricerca svela l'esistenza di una variante più insidiosa

Contro il colesterolo un nuovo farmaco

Pitavastatina riduce i livelli generali di colesterolo

Smetti di fumare e il colesterolo buono si alza

Aumenta la concentrazione di Hdl nelle persone che abbandonano il fumo

Statine utili solo se si è malati

Effetto sul rischio cardiovascolare nullo per chi è sano

Arterie, gli stent del futuro

Studio internazionale collauda un nuovo tipo di stent coronarici

Cioccolato e colesterolo, nesso positivo

Il cacao riduce il rischio di aterosclerosi

Colesterolo, a volte anche quello buono è cattivo

Studio dimostra la pericolosità del colesterolo HDL per certi pazienti

Il lavoro dei capillari per pulire l'organismo

Ricerca fa luce sui meccanismi che regolano l'eliminazione del colesterolo

Gli Antichi Egizi avevano un cuore moderno

I fattori di rischio moderni non bastano a spiegare le malattie cardiovascolari

Possibili danni agli occhi dalle statine anticolesterolo

Fitosteroli armi naturali contro il colesterolo

Forse pericoloso ezetimibe, farmaco anti colesterolo

Nuove conferme su rosuvastatina per aterosclerosi

Controllo non farmacologico del colesterolo

Steroli vegetali contro l'ipercolesterolemia

Cytomegalovirus e aterosclerosi

Aterosclerosi e rosuvastatina

Controlliamo il colesterolo per le arterie

Indagine ATLAS sugli stent coronarici

Vinciamo il colesterolo cattivo

Il futuro della terapia contro il colesterolo

Perché è importante abbassare il colesterolo

Scoperto il meccanismo dell'invecchiamento delle arterie

Aterosclerosi: è un’infezione la causa della malattia

Proteina previene l'inspessimento dei vasi sanguigni

Terapia per vasi sanguigni duraturi e resistenti

Proteina polverizza placche ateriosclerotiche nelle arterie

Per il colesterolo statine e altri farmaci ipolipemizzanti

L'associazione produce un effetto migliore nei pazienti a rischio