ARTERIOSCLEROSI

Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Arteriosclerosi

Sintomi Diagnosi Terapia

L'arteriosclerosi non ? provocata da una causa specifica, ma ? favorita da diversi fattori: tra questi il pi? importante sembra quello legato agli squilibri alimentari: infatti ? maggiormente diffusa nei paesi industrializzati, in cui l'alimentazione ? ricca di cibi e di grassi di origine animale: nella stessa Italia, l'arteriosclerosi ? meno diffusa nel meridione, dove si fa un maggior uso di grassi vegetali.
Il colesterolo ? un particolare tipo di grasso indispensabile al nostro organismo per numerose funzioni. Una parte del colesterolo necessaria viene prodotta dall'organismo stesso (soprattutto dal fegato), mentre un'altra parte viene introdotta ogni giorno con la dieta. La quantit? di colesterolo presente nel sangue non dovrebbe superare, secondo gli studi pi? recenti, i 200 mg per 100 ml di sangue, anche se ci possono essere piccole differenze per questo valore in relazione all'et?, sesso, razza. Si sa che esistono due "tipi" di colesterolo: uno "buono" chiamato "HDL" che svolge una funzione protettiva nei confronti dell'aterosclerosi, asportando il colesterolo "cattivo" (chiamato LDL o VLDL) dalle pareti delle arterie, come se fosse una sorta di "spazzino". Il colesterolo "cattivo", se presente in eccesso si deposita infatti sulla parete delle arterie, facendo loro perdere elasticit? e formando una placca che con il tempo si ingrossa e impedisce il passaggio del sangue. Questo processo prende il nome di arterosclerosi e finisce con il provocare la sofferenza di organi di vitale importanza quali cuore, reni, cervello.

Sintomi

Diagnosi

L'arterosclerosi pu? cominciare a svilupparsi molto presto, gi? quando si ? giovani, ma quasi sempre mancano sintomi evidenti: quando compaiono la malattia risulta in genere gi? in fase avanzata. Con un esame del sangue ? possibile controllare il quantitativo di colesterolo presente. In particolare devono sottoporsi ad un regolare controllo: le persone i cui genitori abbiano malattie alle coronarie e alterazioni rilevanti nel contenuto di grassi nel sangue; pazienti con pressione del sangue elevata; diabetici; obesi; coloro che hanno meno di 60 anni e che presentano piccoli noduli di grasso a livello delle palpebre (xantelasmi).
Pi? precisamente i rischi per il cuore sono la comparsa di angina l'infarto. A livello del cervello l'arterosclerosi pu? provocare emorragie e trombosi (eventi spesso indicati con il nome di ictus); il rene pu? perdere la sua normale funzionalit?.

Terapia

Fare del movimento: con una attivit? fisica regolare il colesterolo presente nel sangue tende a diminuire. Ridurre o abolire completamente il fumo. Tenere sotto controllo la pressione arteriosa. Eliminare il sovrappeso: se oltre al colesterolo, risulta alto anche il valore dei trigliceridi (che rappresentano un'altra forma con cui il grasso ? presente nel nostro organismo) bisogna innanzitutto dimagrire e ridurre la quantit? di alcolici, grassi animali e zucchero.
Seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo, riducendo i grassi di origine animale (burro, lardo, panna, pancetta) a favore degli oli vegetali, mangiando pi? carni magre (vitello, coniglio, pollo, tacchino) e pesce e meno carni grasse (maiale, anatra, frattaglie); mangiare pi? alimenti ricchi di amido (pane, pasta, ecc.) e meno formaggio grasso; mangiare pi? legumi, frutta e verdura e meno dolci. Per altre informazioni vedi scheda su Dieta a basso contenuto in colesterolo).
I farmaci che abbassano il colesterolo prescritti dal medico vanno assunti regolarmente seguendo le istruzioni ricevute. Prima di iniziarne l'impiego ? bene tentare una riduzione del colesterolo con la sola dieta e l'esercizio fisico per un periodo di 6 mesi. Anche se si assumono farmaci per abbassare il colesterolo non bisogna perdere il controllo della dieta e smettere il regolare esercizio fisico.
I prodotti dietetici ricchi di olio di pesce possono essere utilizzati su consiglio del medico in presenza di elevati valori dei trigliceridi e quando la dieta non abbia dato risultato positivo. E' buona norma aumentare comunque il contenuto in pesce di mare nella propria alimentazione.
Non esistono dati sicuri circa l'utilit? della lecitina di soia per ridurre il colesterolo nel sangue e pertanto la sua utilit? ? incerta.

Aterosclerosi, silenziare proteina per proteggere il cuore

Aterosclerosi, silenziare proteina per proteggere il cuoreRicerca italiana giunge a conclusioni inedite

Arrivano dalla ricerca italiana nuove strategie di protezione dall’aterosclerosi, nota come la principale causa di eventi cardiovascolari ischemici acuti nel cuore e in altri organi.
Sulla rivista [...]

Approvato il primo dispositivo cardiaco bioassorbibile

Approvato il primo dispositivo cardiaco bioassorbibileCura la coronaropatia senza lasciare impianti permanenti

È stato approvato dalla Food and Drug Administration (Fda) il BVS-Bioresorbable Vascular Scaffold, il primo dispositivo cardiaco bioassorbibile per il trattamento delle persone con malattia [...]

Il colesterolo non fa poi così male

Il colesterolo non fa poi così maleRevisione chiede una rivalutazione delle linee guida sull'argomento

Uno studio che fa scalpore. Un gruppo internazionale di ricercatori ha realizzato una metanalisi sul legame tra il rischio di eventi cardiovascolari e livelli eccessivi di colesterolo nel sangue.
La ricerca, pubblicata su Bmj [...]

Aterosclerosi, l'importanza dell'omocisteina

Aterosclerosi, l'importanza dell'omocisteinaSpesso trascurata, si dimostra invece utile per la prevenzione

Emocromo, colesterolo, transaminasi. Ecco alcuni degli esami del sangue più noti e gettonati. Pochi invece conoscono l’omocisteina, una proteina che, se presente ad alti livelli nel sangue, può in realtà creare gravi [...]

Pericolo colesterolo, fondamentale il profilo lipidico

Pericolo colesterolo, fondamentale il profilo lipidicoDa considerare i livelli di trigliceridi e colesterolo Ldl

L'influenza sul rischio cardiovascolare esercitata dal colesterolo Hdl va ponderata considerando anche i livelli di trigliceridi e colesterolo Ldl. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation Cardiovascular [...]

Colesterolo, si può mangiare prima del prelievo

Colesterolo, si può mangiare prima del prelievoUn solo pasto non modifica i livelli nel sangue periferico

Non c'è bisogno di saltare la colazione prima di fare un prelievo di sangue per l'analisi dei livelli di colesterolo. Lo afferma uno studio apparso sullo European Heart Journal da un team del Copenhagen University [...]

Una molecola ridona elasticità alle arterie

Una molecola ridona elasticità alle arterie

Gli effetti del mesoglicano, molecola sviluppata in Italia

Il mesoglicano, una molecola sviluppata in Italia, manifesta tutte le sue proprietà in ambito vascolare. All'efficacia già comprovata nel [...]

L'insonnia aumenta il colesterolo

Ne modifica il metabolismo minacciando i vasi sanguigni

Soffrire di insonnia può portare a una serie di conseguenze negative per la salute. Già erano noti gli effetti della mancanza di sonno sul sistema immunitario, sul metabolismo dei carboidrati e sugli ormoni che regolano l'appetito.
Ora una nuova ricerca pubblicata su Scientific Report svela l'influenza [...]

Anche il colesterolo buono è cattivo

Anche il colesterolo buono è cattivo

Il ruolo dell’Hdl è più complesso di quanto pensiamo

Non c’è da fidarsi neanche degli amici. È la morale che scaturisce da uno studio della Scuola di medicina Perelman presso l'Università della [...]

Il colesterolo alto si trasmette da madre a figlio

Il colesterolo alto si trasmette da madre a figlio

Studio rivela il legame indipendente dallo stile di vita adottato

Per i figli di mamme con valori di colesterolo elevati non ci sono molte speranze. Secondo uno studio pubblicato su Jama Cardiology, [...]

Infarto, a volte il colesterolo buono non basta

Infarto, a volte il colesterolo buono non basta

Analisi del ruolo del colesterolo Hdl

Il colesterolo Hdl non sempre ha l'effetto di ridurre il rischio di infarto. Lo conferma uno studio pubblicato su Science da un team di [...]

Alirocumab riduce il colesterolo cattivo

Efficace nel caso in cui le statine non funzionino

È stato approvato dalla Fda americana un nuovo farmaco per il colesterolo resistente. Si tratta di Alirocumab, la cui procedura di autorizzazione è andata a buon fine anche in Europa grazie al lavoro dell’Ema, l’Agenzia europea per i farmaci.
Alberto Catapano, docente di Farmacologia presso l’Università [...]

Ipercolesterolemia familiare omozigote, arriva lomitapide

Disponibile anche in Italia il nuovo farmaco

Anche nel nostro paese si potrà utilizzare il farmaco di nuova generazione lomitapide per il trattamento dell'Ipercolesterolemia familiare omozigote (HoFH). Si tratta di una condizione rara derivata da un difetto genetico che altera la funzione del recettore responsabile della rimozione del [...]

I livelli di Hdl per capire il rischio cardiovascolare

I livelli di Hdl per capire il rischio cardiovascolare

Aiutano a scoprire anche l'efficacia dei farmaci

Conoscere l'evoluzione dei livelli di colesterolo Hdl è fondamentale per capire il rischio cardiovascolare e l'eventuale efficacia [...]

Il colesterolo è un pericolo anche per i giovani

Il colesterolo è un pericolo anche per i giovani

Danni a lungo termine già a 30 anni

Il colesterolo non dovrebbe preoccupare soltanto gli adulti, ma anche i più giovani. Lo dice uno studio pubblicato su Circulation da un [...]

Il super broccolo contro il colesterolo

Il super broccolo contro il colesterolo

Riduce del 6 per cento i livelli di Ldl nel sangue

Sono ormai noti da molto tempo per il loro effetto antitumorale, ma i broccoli continuano a sorprendere per le [...]

Nanodroni per combattere l'aterosclerosi

Nanodroni per combattere l'aterosclerosi

Soluzione innovativa per prevenire l'accumulo di grassi nelle arterie

Eliminare l'accumulo di grassi nelle arterie grazie a dei nanodroni. Un approccio davvero innovativo quello sperimentato dai ricercatori della [...]

Nuova conferma sulla pericolosità del colesterolo

Malattie cardiache più probabili con livelli anche solo leggermente più alti

Controllare i livelli di colesterolo è fondamentale. Lo conferma uno studio del Duke Clinical Research Institute pubblicato su Circulation, che ha preso in esame un campione di quasi 1500 adulti, scoprendo che un livello anche solo leggermente superiore alla norma può generare un danno a lungo [...]

I grassi polinsaturi riducono il colesterolo

I grassi polinsaturi riducono il colesterolo

Gli acidi contrastano l'effetto negativo dell'aumento di peso

Si può ingrassare senza veder aumentare i livelli di colesterolo. Una ricerca firmata da David Iggman dell'Università di Uppsala, in Svezia, [...]

Studio conferma l'efficacia della rosuvastatina

Studio conferma l'efficacia della rosuvastatina

Riduzione significativa di colesterolo Ldl e trigliceridi

Un nuovo studio presentato nel corso del Congresso della Società Europea di Cardiologia mostra l'efficacia della rosuvastatina per il [...]

Un componente del miele uccide il colesterolo buono

Un componente del miele uccide il colesterolo buono

Scoperta funzione inedita del metilgliossale

Nel miele di Manuka, prodotto in Australia e Nuova Zelanda, c'è una sostanza chiamata metilgliossale (MG), già nota per le sue [...]

Scoperta la causa alla base dell’aterosclerosi

Scoperta la causa alla base dell’aterosclerosi

Nuove strade per bloccare l’instabilità della placca aterosclerotica

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Verona svela i meccanismi che stanno alla base dell’aterosclerosi, le cui [...]

Aterosclerosi, fattori di rischio e come prevenirla

Meno diffusa al meridione grazie alla dieta mediterranea

L'aterosclerosi è un processo patologico che produce la formazione di una placca ('ateroma') all'interno della parete arteriosa. Tale placca, crescendo nel tempo, tende a provocare ostruzione rendendo difficoltoso il passaggio del sangue attraverso le arterie. Di conseguenza, una sofferenza acuta [...]

Per il colesterolo statine e altri farmaci ipolipemizzanti

L'associazione produce un effetto migliore nei pazienti a rischio

Per tutti quei pazienti a rischio che mostrano una scarsa risposta alle statine in termini di riduzione del colesterolo, è preferibile la prescrizione di statine a bassa potenza in associazione ad altri farmaci ipolipemizzanti.
Lo dice una revisione della Johns Hopkins University [...]

Le fragole riducono il colesterolo

Le fragole riducono il colesterolo

Il frutto migliora il profilo lipidico plasmatico

Mangiare fragole riduce i livelli di colesterolo nel sangue. A dirlo è uno studio dell'Università Politecnica di Ancona pubblicato sul Journal of [...]

Una nanoparticella scova le placche nelle arterie

Una nanoparticella scova le placche nelle arterie

Nuovo metodo per individuare le placche causate dall'aterosclerosi

Un team di ricerca della Case Western Reserve University ha messo a punto un nuovo tipo di nanoparticella in grado di individuare le [...]

Aterosclerosi legata alle malattie autoimmuni

Aterosclerosi legata alle malattie autoimmuni

Nuova ricerca trova un nesso fra aterosclerosi e reazione autoimmune

Livelli troppo alti di colesterolo possono portare all'aterosclerosi, aumentando di conseguenza la probabilità di attacchi cardiaci e [...]

Aterosclerosi coronarica, meno rischi con placche più dense

Per il rischio cardiovascolare fondamentale non solo il volume

Nell'analisi della gravità di una malattia coronarica va preso in considerazione non solo il volume dei depositi di calcio nelle arterie del cuore, ma anche la loro densità. La densità delle placche risulta infatti inversamente associata al rischio cardiovascolare.
A dirlo è Michael [...]

L’olio di mais contro il colesterolo

L’olio di mais contro il colesterolo

Studio dimostra le proprietà di questo tipo di olio

Non è solo l’olio extravergine di oliva a meritare il plauso di nutrizionisti e ricercatori per le sue straordinarie qualità. Sembra che anche [...]

Ldl-Colesterolo o “colesterolo cattivo”

Nuovo metodo per una stima più accurata

In ambito clinico il cosiddetto “colesterolo cattivo”, cioè il colesterolo che nel sangue è associato alle lipoproteine a bassa denstà (LDL-C), è generalmente valutato non direttamente, ma il suo valore è ricavato utilizzando l’equazione di Friedewald. Secondo questa formula l’Ldl-C viene stimato come [...]

Inibitori diretti della renina

Non influenzano la progressione dell'aterosclerosi coronarica

La riduzione della pressione sanguigna e l'inibizione del sistema renina-angiotensina -aldosterone sono obiettivi del trattamento dell'aterosclerosi. Per chiarire gli effetti, ad oggi non ancora investigati, dell'inibizione della renina mediante il farmaco aliskiren sulla progressione dell'aterosclerosi coronarica è [...]

La ricetta per non far arrabbiare il cuore

La ricetta per non far arrabbiare il cuore

Meno carne rossa, integratori e bevande zuccherine per la salute delle arterie

Livelli elevati di carnitina nel sangue aumentano il rischio di andare incontro a una malattia cardiovascolare, come infarto, ictus, embolia, [...]