(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) alleviare il dolore, aumentare la mobilità delle giunture e ridare la possibilità di camminare normalmente. La glucosamina è un principio attivo ricavato dai crostacei marini ed è indispensabile per la costruzione e il mantenimento della cartilagine.
Lo studio europeo Guide [Glucosamine Unum In Die (una volta al giorno) Efficacy] ha rilevato come la somministrazione per 6 mesi di glucosamina solfato sia efficace nel controllare la sintomatologia dell'artrosi del ginocchio, rispetto ad un farmaco con meccanismo puramente antidolorifico (Fans). Lo studio GUIDE è stato presentato dal Prof. Gabriel Herrero Beaumont - Direttore dell'Istituto di Reumatologia della Fondazione Jimenez Diaz dell'Università di Madrid - durante una delle sessioni di lavoro più prestigiose dell'American College of Rheumatology, il più importante convegno mondiale di Reumatologia. Lo studio ha utilizzato la formulazione di Glucosamina Solfato usata in Europa e in Italia come farmaco da prescrizione, che si differenzia da altre preparazioni di glucosamina che usano in realtà sali diversi e dosaggi inferiori. Le conclusioni indicano come la Glucosamina Solfato potrebbe rappresentare il farmaco di prima scelta da instaurare precocemente nel controllo di questa patologia cronica e invalidante.
Per una terapia d’urto si abbina la glucosamina alla condroitina. La condroitina è un mucopolisaccaride estratto dalla cartilagine di squali d'allevamento. La sua funzione a livello cartilagineo è quella di impedire l'attacco di alcuni enzimi distruttori. Inoltre favorisce il transito di liquidi nella cartilagine, importantissimi per la salute e il fisiologico funzionamento di questo tessuto. Pertanto la somministrazione di condroitina può essere raccomandata per tutte le situazioni di assottigliamento cartilagineo.
L'abbinamento della glucosamina solfato e della condroitina genera un effetto protettivo in grado di ridurre i dolori alle articolazioni a lungo termine, poiché si agisce sulle cause e non sui sintomi. Se presi assieme e assunti regolarmente, questi due principi attivi lavorano in sinergia stimolando la produzione di cartilagine e aiutando il controllo degli enzimi che la danneggiano. Di solito si ottengono i primi benefici dopo un periodo di terapia compreso tra le sei e le dodici settimane. Le articolazioni diventano più flessibili e resistenti, oltre ad avvertire contemporaneamente un effetto sedativo contro il dolore, senza gli effetti collaterali che gli antinfiammatori provocano.



Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante