Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Aspirina e cuore, rapporto complesso

Previene gli eventi cardiovascolari ma non si può interrompere l’assunzione

Varie_8610.jpg

La terapia a base di aspirina a basse dosi per la prevenzione dei problemi cardiovascolari non deve essere interrotta. In tal caso, secondo uno studio dell’Università di Uppsala, in Svezia, il soggetto va incontro a un rischio maggiore della media di insorgenza di un nuovo infarto o ictus.
Circa il 20 per cento delle persone sopravvissute a un infarto interrompe l’assunzione di aspirina nei primi 3 anni successivi, mentre problemi di aderenza alla terapia riguardano addirittura il 50 per cento del campione.
Lo studio ha riguardato oltre 600mila persone, che hanno assunto l’aspirina a basso dosaggio fra il 2005 e il 2009. Nel primo anno di trattamento, i volontari avevano oltre i 40 anni e un tasso di aderenza alla terapia superiore all’80 per cento.
Nel corso del follow up durato tre anni, i nuovi eventi cardiovascolari sono stati 62.690. I dati indicano che in 1 caso su 74 fra ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | aspirina, ictus, infarto,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicit su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 1759 volte