(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) la variazione di emoglobina materna da prima del parto al primo giorno post-operatorio, non differisce in modo significativo tra i due gruppi», scrivono gli autori.
Nel gruppo di clampaggio ritardato, i valori medi di emoglobina pre-operatoria erano 12,0 g/dL a fronte di 10,1 g/dl del primo giorno post-operatorio. Al contrario, nel gruppo di clampaggio immediato del cordone i valori di emoglobina erano 11,6 g/dL nel pre-operatorio e 9,8 g/dl nel primo giorno post-operatorio.
«Gli esiti materni secondari, incluso il tempo chirurgico totale, l'emorragia post-partum, la somministrazione di uterotonici, l'isterectomia e le trasfusioni, non differivano significativamente tra i due gruppi», riprende la ricercatrice.
«Lo studio mostra che la chiusura ritardata del cordone ombelicale è sicura per la madre sottoposta a cesareo» commenta Heike Rabe dell'Università del Sussex, in un editoriale di accompagnamento. «I medici che assistono al parto dovrebbero seguire la raccomandazione dell'Organizzazione mondiale della sanità che indica di ritardare il clampaggio e il taglio del cordone ombelicale da 1 a 3 minuti nei neonati a termine e di almeno 60 secondi nei pre-termine, così da prevenire la carenza di ferro e consentire la potenziale sopravvivenza del maggior numero possibile di neonati prematuri», conclude Rabe.
Leggi altre informazioni
27/02/2020 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante