(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) lasciano uscire il plasma nello spazio tra gli adipociti e si formano edemi, veri e propri “laghi” intercellulari. Il tessuto circostante, in particolare quello adiposo, subisce una profonda modificazione. L’eccessiva presenza di liquidi esercita pressione sugli adipociti che vengono allontanati dai capillari provocando una diminuzione dello scambio, tra le cellule e il sangue, delle sostanze utili (ossigeno) e di quelle dannose (scorie). In carenza di ossigeno i tessuti si deteriorano, accumulano liquidi e sostanze di rifiuto. Il grasso perde la sua struttura originaria costituendosi in noduli, i capillari scompaiono e rimangono solo i vasi più grandi tra i noduli di grasso. Compare la cosiddetta “buccia d’arancia”.
Dieta, ginnastica e un prodotto specifico sono i rimedi più immediati per attaccare la cellulite.
Ci sono però alcune regole generali che sicuramente le donne colpite dalla cellulite devono seguire. Una dieta leggermente ipocalorica, varia e ben equilibrata nei suoi nutrienti, pasti suddivisi il più possibile (ad esempio colazione, spuntino, merenda e cena); molta verdura, preferire le cotture dei cibi semplici (alla griglia e al vapore) alle ricette elaborate; limitare l'uso del sale e di cibi salati come formaggi e salumi; bere molta acqua (meglio se non gassata), assumere molta frutta, specie se ricca di vitamina C e antiossidanti; evitare il fumo preferendo una bella passeggiata o meglio uno sport.

I cosmetici

Per quanto riguarda i prodotti specifici anticellulite, qual è la loro azione ed efficacia?
Gli anticellulite sono cosmetici, quindi le sostanze che contengono non devono arrivare al circolo sanguigno, ma mantenersi in superficie, anche se alcune sostanze possono determinare delle azioni riflesse a livello anche profondo, dove la cellulite ha origine.
Anche se non risolvono radicalmente il problema, possono avere buoni risultati estetici se usati con costanza. Quasi tutti i prodotti contengono gli stessi gruppi di ingredienti, che possono essere associati a quattro tipi di azioni: LIPOLITICA,PROTETTIVA DEI CAPILLARI, ATTIVANTE DEL MICRO CIRCOLO, ANTIEDEMATOSA. Le sostanze lipolitiche sono essenzialmente i derivati dallo iodio, da alghe come la quercia marina o da proteine contenenti iodio, hanno attività sulla lipasi, cioè l’enzima responsabile della scissione dei grassi. Recentemente si è notato un accresciuto interesse per gli elementi di origine marina perché c’è una maggiore capacità di coltivare le alghe ed estrarne i principi attivi. Ad esempio, il Fucus Vesiculosus è un vero concentrato di acqua marina, attiva il metabolismo generale e induce l'organismo ad utilizzare i grassi più rapidamente. Favorendo il metabolismo dei grassi, aiuta a ridurne gli accumuli localizzati.

• Le sostanze protettive dei capillari sono soprattutto i flavonoidi o polifenoli. I più comunemente impiegati vengono estratti dal mirtillo, dal limone, dal gingko-biloba e dalla vite rossa (che stimolano la circolazione periferica), dal tè verde, dalla rutina e da altre piante. La loro azione, eventualmente coadiuvata dalle vitamine A,C,E, mira a rendere i vasi meno fragili e meno permeabili.
• Le sostanze che attivano il microcircolo sono le xantine, tra cui troviamo spesso la caffeina, la teofillina, la teobromina. Vengono ricavate per sintesi o estratte da vegetali, caffè, cacao, guaranà, cola.
• Le sostanze antiedema a effetto drenante sono le saponine di derivazione vegetale: da ippocastano, edera, rusco, centella asiatica. E’ abbastanza recente l’impiego di oligoelementi come silicio e magnesio per rendere i tessuti più trofici. Il Taraxacum officinalis è una pianta amara dalle proprietà decongestionanti, favorisce il deflusso dei liquidi accumulati in eccesso nelle cavità interstiziali delle cellule.

La caffeina

Uno degli ingredienti naturali utilizzabili per il trattamento della cellulite è la caffeina.
In cosmesi la caffeina è utilizzata come coadiuvante per il trattamento della cellulite, per le potenzialità lipolitiche e termogeniche.
Risulta utile l’applicazione cosmetica della caffeina per la sua capacità di stimolare il drenaggio e la rimozione dei liquidi stagnanti (funzione antiedematosa), anche se la principale azione della molecola è quella di stimolare la mobilizzazione degli acidi grassi nel tessuto adiposo. L’attività adipolitica è costante e ciclica nel tessuto normale con ritmo di circa quindici giorni. Essa avviene grazie all’intervento di ormoni quale il glucagone e l’ATCH che stimolano l’adenilato ciclasi a trasformare l’ATP in AMPc, il quale con azione ormono-simile stimola, tramite fosforilazione, l’attivazione della lipasi adipolitica. Questa permette l’idrolisi dei trigliceridi in digliceridi, successivamente scissi in acidi grassi e quindi rimossi.
La caffeina stimola l’attività dell’AMPc inibendo la fosfodiesterasi, enzima che degrada l’AMPc ed impedisce la lipolisi. Per risolvere l’inestetismo è opportuno integrare l’intervento cosmetico con opportuni trattamenti estetici di tipo fisico (massaggi, bendaggi, elettroestetica, pneumoestetica) allo scopo di aumentare l’efficacia dell’applicazione topica.
L’uso topico della caffeina non comporta ad oggi controindicazioni, poiché l’assorbimento transdermico non mostra concentrazioni ematiche tali da indurre effetti sistemici.
L’utilizzo topico della caffeina in ambito cosmetico è indicato per il trattamento della cellulite e delle adiposità localizzate ed è giustificato per gli effetti catabolici sugli adipociti come descritto in precedenza.
Sempre nell’ottica di prevenzione dagli effetti dannosi delle radiazioni ultraviolette, studi in vitro hanno evidenziato che la caffeina per via orale svolge azioni protettive nei confronti dei raggi UVB riducendone la potenzialità cancerogena.

Leggi altre informazioni


Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.
Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante