(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) del 90%. Al contrario, le donne incinte dovrebbero iniziarla quando i valori sono più bassi del 94%.
Le pazienti dovrebbero poi sdraiarsi in posizione prona se sono a meno di 20 settimane di gestazione. La raccomandazione più importante, secondo Pacheco, è quella riguardante l’introduzione della cannula nasale ad alto flusso come prima opzione nel caso la paziente non migliori con la sola ossigenoterapia. Con la cannula l’ossigeno viene erogato a una velocità di 60 litri/minuto, con l’aggiunta di aria riscaldata e umidificata.
Per quanto riguarda il mantenimento dei fluidi, gli autori raccomandano di evitarlo nelle donne incinte con COVID-19 acuta e con SpO2 inferiore a 94%.
Sara Rae Easter, del Women's Hospital di Boston, che non è tra gli autori dell'articolo, fa notare che la prevenzione dei trombi non viene affrontata. «Sappiamo tutti che i pazienti COVID hanno un rischio maggiore di sviluppare coaguli di sangue o tromboembolismo venoso e sappiamo che anche le donne in gravidanza sono a rischio di sviluppare
coaguli di sangue».

Leggi altre informazioni
22/05/2020 Andrea Sperelli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante