Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Enuresi, necessaria una riduzione graduale della terapia

La rinuncia alla desmopressina deve essere lenta e progressiva

Varie_1904.jpg

In caso di enuresi notturna, ai bambini viene spesso somministrata la desmopressina, una sostanza che li aiuta a ridurre la quantità di pipì prodotta durante la notte. Tuttavia, spesso quando si decide di interrompere la terapia si verificano delle recidive. Uno studio pubblicato su Pediatrics rivela ora che la miglior soluzione al problema è la sospensione lenta e graduale della terapia sulla base di un décalage dose-dipendente, ovvero tanto più lento quanto più elevato era il dosaggio originario del farmaco.
A queste conclusioni sono arrivati i medici dell'Istituto di Urologia del St Luke's Medical Center di Quezon, nelle Filippine, guidati dal prof. Michael Chua, che spiega: «Il 15% dei bambini di 6 anni è affetto da enuresi notturna, condizione disturbante che incide negativamente sul bambino e sulla famiglia dal punto di vista psicologico e sociale».
La desmopressina, ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | enuresi, desmopressina, recidive,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 5718 volte