(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) intervistato dal Corriere della Sera: «Si tratta appunto di “un esperimento”, perché il modellino in plastica di un rene non riesce comunque a riprodurre le caratteristiche peculiari dell’organo umano, come la peristalsi, perciò risponde solo in parte al calcolo delle probabilità di fuoriuscita di un calcolo. Inoltre, in natura non esiste un rene uguale a un altro».
Uno degli autori dell'esperimento, il dott. Wartinger, spiega: «La “Roller Coaster Big Thunder Mountain” non è un tipo di giostra particolarmente veloce né alta, però curva bruscamente a sinistra e a destra con forti vibrazioni in questo senso».
Proprio il movimento più utile allo scopo di espellere i calcoli renali. La differenza di risultati fra la prima e l'ultima vettura ha a che fare con la diversità nelle oscillazioni e nelle vibrazioni subite dal corpo. Proprio come quando ci si siede in fondo a un autobus o a un aereo, ogni movimento del mezzo è maggiormente percepibile.
Il curioso beneficio indotto dalle montagne russe sembra però limitarsi ai calcoli renali più piccoli, quelli fra i 2 e i 6 millimetri di diametro, che nel 50 per cento dei casi vengono comunque espulsi dall'organismo.
Spesso gli urologi consigliano il movimento, ad esempio correre o scendere le scale, ma è difficile che i pazienti accettino il suggerimento perché muoversi può provocare nausea, dolore al fianco e un senso di malessere generale. Gli appassionati di montagne russe, però, hanno ora una possibilità in più.
Leggi altre informazioni
19/10/2016 Andrea Piccoli

Condividi la notizia su Facebookcondividi su Facebook

Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Forum Partecipa!

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante