Sezioni medicina


Pubblicita Pubblicita

Gli algoritmi non sostituiscono i medici

I programmi che analizzano i sintomi non sono ancora del tutto efficienti

Telemedicina_13545.jpg

Non è possibile affidarsi agli algoritmi per sincerarsi delle proprie condizioni di salute. Uno studio pubblicato sul British Medical Journal afferma che i symptom checkers – ovvero quei programmi on line che offrono indicazioni diagnostiche sulla base dei sintomi inseriti dal paziente – hanno un livello di affidabilità ancora troppo basso.
Hannah Semigran, che lavora presso il Dipartimento di politica sanitaria dell’Università di Harvard, a Boston, spiega: “i symptom checkers fanno agli utenti una serie di domande sui loro sintomi utilizzando algoritmi computerizzati differenti, tra cui la logica ad albero oppure l'inferenza bayesiana”.
Alcune organizzazioni sanitarie, ad esempio la Mayo Clinic, il National Health Service britannico e l’American Academy of Pediatrics, hanno lanciato i propri programmi di aiuto alla diagnosi. Uno di questi, iTriage, ha giĂ  una quota di 50 milioni di ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | algoritmo, diagnosi, sintomi,

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicitŕ su Italia SaluteAvvertenze privacy

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante


Questa pagina è stata letta 22607 volte